OFFERTA DEL GIORNO

Google AdWords in ebook a 4,99€ invece di 14,99€

Risparmia il 67%
Home
Fotografare per Instagram: l’essenziale

25 Settembre 2019

Fotografare per Instagram: l’essenziale

di

Prima di adottare un insieme standard di nuvole come l’influencer argentina Tupi Saravia, è utile capire da dove si parte per scattare in modo appropriato per il social più attento all’immagine, in senso letterale.

Instagram ha cambiato la condivisione delle immagini

Più che l’idea di fotografia, come si può leggere qua e là, Instagram ha cambiato il modo di condividere le immagini.

Come tutti i social network è finalizzato al connettere le persone in via digitale, nella sua essenza non è altro che uno strumento volto a condividere le immagini con un gruppo di amici o un pubblico.

La fotografia condivisa attraverso una rivista deve rispondere a determinati requisiti, per esempio essere in linea con l’argomento trattato o rispettare il target di pubblico della rivista. Lo stesso accade su Instagram, i cui requisiti hanno rivoluzionato il modo di condividere la fotografia.

Il fotografo che sceglie di utilizzare questo social per pubblicare i suoi scatti deve catturare l’attenzione di un pubblico che ogni giorno visiona sul suo feed centinaia di immagini. Questa forte competitività fa emergere il primo importante requisito di Instagram: pubblicare foto in grado di catturare l’attenzione.

L’idea di fotografia non è cambiata, ciò che è cambiato è lo strumento di condivisione.

La vera sfida su Instagram è risultare originali

In un ambiente che vive di immagini è evidente il rischio di non trovare un linguaggio capace di distinguersi e finire per fotografare esattamente come tutti gli altri, come mostra provocatoriamente l’account Instagram Insta_repeat.

In un mondo digitale che vive di trend, essere originali non è semplice. Su Instagram è frequente che vi siano periodi dove determinate fotografie riscuotono molto successo. Spesso la strada scelta per catturare il pubblico è proprio la copia.

Se i social network hanno messo in evidenza un dato, questo è la crisi dell’originalità. La ricerca di scorciatoie per raggiungere un ampio pubblico è frequente. La maggior parte dei siti web si vanta di insegnare trucchi efficaci promuovendo la pratica della copia dello stile di altri fotografi o l’utilizzo di determinati filtri.

Ma se, invece di copiare, ci si domanda come posso creare un filtro? Essere originali è il percorso più difficile, ma anche quello che può portare le proprie fotografie ad emergere in un mare di copia-incolla.

È un percorso che deve partire dallo studio e dalla comprensione del mezzo Instagram e dei suoi requisiti. È necessario comprendere gli strumenti della composizione in grado di far esaltare una fotografia e conoscere gli umori dei colori per dare vita a filtri fotografici di propria creazione. Luce, contrasto, colore e prospettiva, se adoperati con creatività, permettono la condivisione di fotografie originali in grado di catturare il pubblico.

Solo dopo avere acquisito queste competenze possono entrare in gioco strumenti più raffinati o se vogliamo subdoli, come la app usata dall’influencer argentina Tupi Saravia per avere sempre un cielo modello nelle sue foto di viaggio.

Stile che cambia, non si vince

Ovviamente ci sono stili fotografici più efficaci di altri, perché più accattivanti per un ampio pubblico. Ma Instagram ha milioni di utenti; ognuno può ritagliarsi uno spazio preservando il proprio stile fotografico. L’importante è che sia adoperato con creatività e rispettando i già citati requisiti. Infatti un errore comune, che nella maggior parte dei casi porta a reazioni negative, è proprio cambiare frequentemente stile.

Il concetto fondamentale da introdurre nella comunicazione digitale è la coerenza. Come fotografo di viaggio, il mio pubblico è fidelizzato su questo argomento e si aspetta fotografie con uno stile conforme a tale tema. Cambiare improvvisamente stile incrinerebbe il mio rapporto con il pubblico.

Il tuo account Instagram ti appartiene ma è finalizzato alla condivisione; le fotografie pubblicate riguardano direttamente le persone che si sono appassionate al tuo lavoro. Per questo è importante curare l’account Instagram consapevole del genere e stile fotografico verso cui lo vuoi indirizzare. La coerenza è il primo passo verso la creazione di un pubblico fidelizzato.

I filtri sono postproduzione in sintesi

In molti sembrano essere convinti che la qualità dello scatto e dell’equipaggiamento conti relativamente in Instagram, dal momento che poi si applicano i filtri. Un filtro applica delle pre-impostazioni ed è il prodotto di un processo di editing. In questo senso, se è compatibile con la fotografia, questa sarà già pronta alla pubblicazione.

Lo scopo del filtro è proprio sintetizzare il processo di postproduzione. La maggior parte dei filtri di Instagram è stata creata proprio per essere direttamente applicabile a fotografie realizzate con lo smartphone. Quindi c’è la compatibilità con fotografie frutto di un equipaggiamento punta-e-scatta.

Chiaramente, essendo pur sempre l’applicazione di un processo di editing, una fotografia con maggiori informazioni, frutto di una dotazione da fotografo, permette maggiori margini di adattamento e miglioramento della resa del filtro. Sono rari i casi in cui un filtro è immediatamente compatibile con lo scatto. Aggiustare alcuni parametri con un programma di editing permetterà di avere un risultato migliore.

L’importanza di avere una buona gallery

Per attirare il pubblico, le fotografie devono essere considerate nel loro insieme. Tutti gli scatti pubblicati andranno a formare la cosiddetta gallery. Questa è determinante come mezzo di presentazione al pubblico del tuo lavoro. È appurato che la galleria sia il motivo principale per cui una persona decide di seguire un profilo.

Le foto nel loro insieme mostrano il lavoro del fotografo e per questo la creazione e pubblicazione della singola immagine sono fortemente condizionate dalla galleria. Condividere scatti a caso senza avere una visione d’insieme renderà il tuo profilo confusionario e poco credibile. Ecco perché una gallery di successo va curata con attenzione; l’obiettivo è creare un contenuto efficace nel suo insieme, ossia in grado non solo di rappresentare il fotografo, ma soprattutto di essere convincente per il pubblico. Il primo passo per raggiungere questi obiettivi è avere una strategia di pubblicazione.

Una app per partire bene con i filtri

Se cerchi un’applicazione con un ampio parco filtri e di buona qualità, il mio consiglio è VSCO. Come Instagram dispone degli stessi strumenti di editing di base ma con risultati più efficaci ed è quindi da preferire anche nella regolazione di contrasto, luminosità, temperatura eccetera.

L’app è molto semplice ed intuitiva da utilizzare e mette a disposizione sia filtri gratuiti che a pagamento. È possibile acquistare i singoli pacchetti o optare per l’abbonamento annuale, scelta consigliata perché otterrai oltre 140 filtri e la possibilità di applicarli anche nei video.

Inoltre, questa applicazione fornisce anche l’opzione di editare file RAW. Non solo quantità, ma soprattutto qualità: i filtri VSCO sono ampiamente utilizzati dai fotografi per la qualità professionale e la possibilità di regolare alcuni parametri di ogni filtro, combinarli tra loro e creare la propria ricetta. Con queste ottime basi di partenza, potrai sperimentare fino a creare soluzioni personalizzate veramente originali e di alto livello.

L'autore

  • Roberto Cassa
    Roberto Cassa è un giovane fotografo specializzato in reportage e fotografia di viaggio. Dal 2014 si è lanciato in diversi progetti avventurosi in giro per il mondo, a volte con mezzi non scontati, come la bicicletta o il monopattino. Collabora con riviste, aziende leader nel settore della fotografia e dello sport, agenzie e uffici turistici organizzando anche viaggi fotografici con l'autore. Racconta le sue avventure sul suo blog, su Instagram e Facebook dove ha conquistato rispettivamente circa 25.000 e 48.000 follower.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.

Corsi che potrebbero interessarti

Tutti i corsi
fotografare_per_instagram-home-3 Corso In aula

Fotografare per Instagram

La tua galleria Instagram non ti rispecchia e le tue fotografie non riescono a trovare il pubblico che vorresti? Guardi le foto dei tuoi competitor e non sai come fare per apparire come loro? Il corso di Roberto Cassa è quello che ti serve.

199,00

Milano - 28/11/2019

con Roberto Cassa

Fare_una_strategia_di_Instagram_Marketing-home Corso In aula

Fare una strategia di Instagram Marketing

Ti sembra che la tua attività su Instagram proceda senza una direzione chiara? Ti manca una strategia. Chiara Cini ti aiuta a mettere in piedi un canale di successo che ti avvicini ai tuoi obiettivi.

con Chiara Cini

Fare_una_strategia_di_Facebook_Marketing-home Corso In aula

Fare una strategia di Facebook Marketing

Perché la tua azienda dovrebbe dovrebbe usare Facebook? Enrico Marchetto, con tanti esempi e casi reali, ti aiuta a trovare la risposta e a utilizzare in modo ragionato contenuti, adv e dati.

con Enrico Marchetto


Libri che potrebbero interessarti

Tutti i libri

Dal tramonto all'alba

Guida alla fotografia notturna

25,42

29,90€ -15%

di Glenn Randall

Fotografia di viaggio

Imparare a raccontare il mondo con le immagini

19,47

22,90€ -15%

di Roberto Cassa

Instagram Marketing

Guida strategica per la comunicazione e l'advertising

22,50

32,89€ -32%

16,92

19,90€ -15%

12,99

di Chiara Cini


Articoli che potrebbero interessarti

Tutti gli articoli