Home
Yahoo! Pipes ricombina gli Rss

09 Febbraio 2007

Yahoo! Pipes ricombina gli Rss

di

Quel che si dice in Rete. Yahoo! cita Unix e propone un editor di mash-up. Ancora su Steve Jobs e i Drm. Il futuro della tv passa per i set-top-box? Via il brand all'e61

I tubi di Yahoo! Un ambiente di sviluppo per creare mashup di dati strutturati. Ecco come Fabio Giglietto definisce Pipes, il nuovo servizio di Yahoo!. Giavasan spiega il funzionamento dell’applicazione, che rende omaggio nel nome a Unix, come osserva Tiziano Fogliata. Dave Winer (in Inglese) spiega perché non ama questo tipo di servizio, del quale non comprende l’utilità.

Basta con i Drm. Come era prevedibile, la lettera aperta di Steve Jobs, nella quale Apple si dichiara sostanzialmente contraria ai Drm, ha suscitato numerose discussioni. Deathlord decide di rispondere a Jobs con un’altra lettera aperta. Davide Casali osserva come la situazione attuale sia frutto di un difficile esercizio di diplomazia, il che rende il gesto di Jobs coraggioso e di notevole portata. Dario Bonacina rileva come il comunicato arrivi, con perfetto tempismo, in un momento in cui i DRM sono molto discussi, soprattutto in Europa e Antonio Tombolini applaude Steve Jobs esortando i piccoli editori a non utilizzare sistemi di gestione dei diritti digitali. Giorgio Zarrelli è critico a proprosito di alcune dichiarazioni sui Cd, e Tommaso Tessarolo prova a immaginare come cambierebbe il mercato se i Drm fossero aboliti.

Il futuro è set-top-box. Stefano Quintarelli pensa che il futuro della televisione sia nei set-top-box in grado di integrare e mostrare contenuti video provenienti da diverse fonti. L’accordo Rai-Cisco citato e commentato da Estragon sembra dargli ragione.

E61 senza brand. Distretto 71 spiega come eliminare le modifiche al software imposte da TIM sul popolare cellulare Nokia, e spiega gli inconvenienti di un cellulare marchiato.

La leggerezza delle email. Carola Frediani prende spunto dalle dichiarazioni di alcuni storici per riflettere su come i documenti digitali potranno sopravvivere al passare del tempo.

Infosecurity in pillole. Andrea Beggi è stato a Infosecurity, fiera della sicurezza informatica, e ha riportato le sue impressioni in una serie di punti.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.