Home
All’Italia piace la Tv

06 Novembre 2006

All’Italia piace la Tv

di

Quel che si dice in Rete. Il governo italiano e gli incentivi sulla Tv. Apple e il Trusted Computing. Definire la scienza di Internet. Il problema della neutralità

Digitale: il futuro visto dal governo italiano. Il ministro Paolo Gentiloni parla della finanziaria e delle scelte fatte dal governo in materia di tecnologia. Pandemia, Dot-Coma e Massimo Mantellini criticano ferocemente la scelta di incentivare l’acquisto di un televisore a schermo piatto. È questa l’innovazione di cui ha bisogno il paese?

Apple esce dal Trusted Computing? Paolo Attivissimo commenta un articolo secondo cui i nuovi computer di Apple sarebbero sprovvisti del discusso chip Tpm, riassumendo il significato di Trusted Computing. Per Vortexmind si tratta di una buona notizia; anche Senzavolto è contento della cosa, anche se non percepisce il Trusted Computing come un vero pericolo.

La nuova scienza del Web. Fabio Giglietto traduce un pezzo di Tim Berners-Lee pubblicato su Science. Ecco come definire una nuova scienza che unisce diverse discipline. Beppe Caravita riflette su come la Web Science possa aiutare la società umana.

Cos’è la neutralità della Rete? Alfonso Fuggetta, dopo un commento a un suo post, prova a definire cosa intende per net-neutrality, e a proporre dei modelli di business che la garantiscano. Stefano Quintarelli gli dà una mano.

Le novità di Apollo. Davide Casali, dopo aver visto un video del progetto Apollo, riflette sulla via intrapresa, spiegando come l’erede di Flash potrebbe diventare uno standard per lo sviluppo di applicazioni web.

Vita 2.0. Marco Cattaneo confronta le reti sociali nel mondo sensibile e nella rete rimarcando l’importanza dell’utilizzo di applicazioni di social networking per mantenere più facilmente i contatti.

La Rete e il dottore. Antonio Roversi osserva come Internet stia cambiando anche il nostro modo di rapportarsi alla medicina: il nostro medico di fiducia sta diventando Google?

Vita da chiodi. Things you don’t see every day presenta i singolari lavori di un artista. Il testo è in inglese, ma le immagini sono universali.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.