FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
Yahoo!, bene in Europa male negli USA

15 Gennaio 2001

Yahoo!, bene in Europa male negli USA

di

Secondo gli analisti finanziari, in Europa Yahoo! non dovrebbe risentire degli effetti negativi di oltre oceano. Anzi, la aspettano buone prospettive di crescita.

Dunque, l’Europa è il porto dove Yahoo! potrà ripararsi dall’ondata shock dovuta alla crisi americana e beneficiare di un potenziale di crescita considerevole.
Depresso negli Stati Uniti, il mercato pubblicitario del Web è in Europa immensamente promettente, visto l’interessamento dei pubblicitari che ne hanno scoperto le virtù.

Giovedì a Wall Street, le azioni Yahoo! perdevano il 17 % dopo l’annuncio sul fatturato e sulle aspettative per il 2001.
“Yahoo! subisce il difficile contesto del mercato pubblicitario negli Stati Uniti – spiegava David Cerdan, analista finanziario della HSBC-CCF – Non è invece il caso dell’Europa”.

L’Europa, anzi, beneficia di un “effetto di ripresa” verso gli Stati Uniti che sono “circa due anni avanti nel campo dell’e-commerce e della pubblicità online”.

“La pubblicità sui portali sarà stimolata dalla domanda crescente di accessi a Internet”, assicura Tarek Robbiati, analista presso Lehman Brothers. E aggiunge che, tuttavia, “l’America continua a tirare il resto del mondo, cosa che porterà a riesaminare le proiezioni di alcune imprese europee in un modo più restrittivo”.

In altre parole, la discesa del Nasdaq e l’aria di fallimenti per le “dotcom” americane avranno effetti, almeno psicologici, sull’altra sponda dell’oceano.

Dal canto suo, Yahoo! Europa raddoppia il fatturato.
Nel periodo ottobre-dicembre, il fatturato europeo del portale americano è stato di 32,9 milioni di dollari, con un incremento di 17,6 milioni di dollari (+ 128 %) rispetto allo stesso periodo del 1999.

Per l’intero esercizio 2000, il fatturato è stato di 113,6 milioni di dollari con un incremento del 208 % rispetto ai 42,7 milioni del 1999.

Raddoppiate le pagine visitate a dicembre: 1,4 miliardi contro i 550 milioni di dodici mesi prima.
In forte aumento anche il numero di singoli utenti passato dai 18 milioni del dicembre 1999, ai 31 milioni del dicembre 2000.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.