RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Tutti wireless nel 2005

05 Ottobre 2001

Tutti wireless nel 2005

di

Secondo una ricerca, la diffusione dei dispositivi mobili collegati a Internet salirà del 630% da qui al 2005. Inoltre questa settimana: anche la formazione diventa mobile; vicino al boom il mercato dei PDA; le dieci aziende in pole position per m-commerce; DoCoMo lancerà l'UMTS in Europa nel 2002.

Tutti wireless nel 2005

Secondo una ricerca di Accenture, la diffusione dei dispositivi mobili collegati a Internet salirà del 630% da qui al 2005.

Come afferma Donald Norman, “siamo esseri analogici intrappolati in un mondo digitale” e tra quattro anni, secondo questo rapporto appena pubblicato che conferma una tendenza già chiara, ci saranno 1,7 miliardi di connessioni wireless a Internet soltanto negli stati Uniti.

Secondo Accenture, inoltre, non ci sarà in futuro alcuna distinzione tra il commercio elettronico “tradizionale” e quello mobile. La frontiera è quella dell’ubiquitous computing, termine coniato da Mark Weiser per indicare la diffusione di dispostivi elettronici in ogni luogo della nostra vita quotidiana.

Secondo i curatori della ricerca di Accenture non ci saranno più confini alle comunicazioni elettroniche e, inoltre, presto tutti i dispostivi elettronici saranno in grado di comunicare tra loro in maniera efficiente. Le visioni di Nicholas Negroponete e dei sostenitori della domotica sembrano avvicinarsi alla realizzazione: presto la nostra sveglia sarà “finalmente” in grado di dialogare con il tostapane! I dispositivi mobili diventeranno, recita il rapporto targato Accenture “the one thing individuals cannot live without”, qualcosa di cui non potremo più fare a meno.

Anche la formazione diventa mobile

La formazione mobile diventa una nuova possibilità del wireless. Un accordo tra Giunti e Xybernaut, azienda leader nel settore dei wearable computers, ha condotto alla creazione di wearable eXact Station. Si tratta di una soluzione eLearning che integra le prestazioni dei computer indossabili di Xybernaut alla piattaforma learn eXact di GIUNTI Interactive Labs.

Learn eXact consente di creare facilmente diverse versioni di contenuti per la formazione continua, erogabili anche attraverso periferiche palmari, mobili e indossabili denominate eXact Station, sviluppate da GIUNTI Interactive Labs in collaborazione con altre aziende del mercato dell’Information Technology.

Tramite ogni eXact Station si può accedere ai corsi predisposti dal progetto, ma anche a dati disponibili in sistemi informativi aziendali preesistenti (come, per esempio, SAP).

Wearable eXact Station utilizzerà il nuovo Mobile Assistant, il wearable PC di Xybernaut costruito per fornire all’utente dati e informazioni in ogni luogo permettendogli di mantenere le mani libere. Fino ad oggi, infatti, Xybernaut ha prodotto computer indossabili da utilizzare nelle fabbriche o in laboratori in cui la persona può avere bisogno di un supporto elettronico per calcoli o per consultare informazioni relative all’attività che sta svolgendo, senza però dover usare le mani già impegnate.

Vicino al boom il mercato dei PDA

Secondo un rapporto di Aberdeen Group il mercato dei personal Digital Assistant raggiungerà un fatturato di 6,6 miliardi nel 2005 e saranno venduti circa 40 milioni di unità.

I computer palmari hanno già registrato ottimi risultati fino ad oggi, ma nei prossimi anni diventerà uno dei settori trainanti dell’industria informatica.

Sempre secondo la citata società di ricerca, il sistema operativo Microsoft Pocket PC diventerà facilmente la piattaforma principale.

Le aziende in pole position per m-commerce

Una delle questioni che più stanno interessando gli operatori del business on line è se i nuovi dispositivi wireless e la loro annunciata vasta diffusione nel mercato consumer diventeranno anche uno strumento per il commercio elettronico.

Molte indagini snocciolano cifre relative a previsioni molto ottimistiche in questo campo anche se l’esperienza del commercio elettronico insegna quanto questo genere di proiezioni non siano eccessivamente attendibili.

Il giornale M-buisness ha stilato un elenco delle aziende piazzate meglio per sfondare nel settore del commercio elettronico mobile e ha individuato 21 società che nei prossimi giorni selezionerà per comporre la Top Ten del m-business.

Le aziende in pole position secondo questa indagine sono: Access Systems US, America Online, BCGI, Cingular Wireless, Handspring, IBM, Intel, Microsoft, MobileStar, Motorola, Nextel, Oracle, Qualcomm, Qpass, Research in Motion, Sony, Sprint PCS, Sun Microsystems, Symbol Technologies, Virgin Mobile.

DoCoMo lancerà l’UMTS in Europa nel 2002

La giapponese DoCoMo ha annunciato che introdurrà la telefonia di terza generazione anche in Europa nella seconda parte del 2002.

I servizi dell’operatore telefonico nipponico saranno venduti e gestiti nel Vecchio Continente attraverso partner strategici come Hutchison 3G U.K. Secondo il Presidente di DoCoMo, un lancio della 3G negli Usa non potrà invece avvenire prima del 2003.

Intanto in Giappone dal primo ottobre è partito il primo servizio di telefonia 3G DoCoMo del mondo. Per ora si tratta di un servizio limitato, con una copertura circoscritta alla sola area metropolitana di Tokyo, circa 30 chilometri quadrati.

Un sistema di comunicazione mobile con una larghezza di banda molto più elevata ed una qualità audio paragonabile a quella dei collegamenti fissi che sta entusiasmando molti giapponesi. Nel primo giorno in cui erano in commercio sono stati venduti ben 4.000 cellulari per UMTS, nonostante alcuni di esse superino il milione di lire di costo.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.