Home
Su Internet scambio di voti tra Nader e Gore

09 Novembre 2000

Su Internet scambio di voti tra Nader e Gore

di

Ancora incerto chi sarà il vincitore alla carica di presidente degli Stati Uniti. Nei giorni scorsi però, Internet è stato luogo di scambio di voti tra sostenitori di Nader e Gore.

Infatti, come pare adesso chiaro, la presidenza USA si gioca su una manciata di voti tra Gore e Bush.
Il terzo incomodo, Nader, avvocato difensore delle cause ecologiche, ha eroso voti al candidato democratico.

In altre parole, chi votava per Nader rischiava di dare un voto a Gerge Bush e alcuni elettori hanno pensato di far ricorso alla Rete per uscire dal dilemma.

Il presidente degli USA non è eletto con un voto diretto ma da un collegio di grandi elettori costituito in ogni stato.
In ogni stato, dunque, il vincitore si porta in dote la totalità dei voti dei grandi elettori.

A questo punto, gli elettori di Nader, abbiamo scritto sopra, si sono trovati in un grosso dilemma.
Ecco, perciò, nascere i “Nader Traders” (quelli che scambiano i voti a favore di Nader).

Si definiscono così: “Un Nader Trader è un elettore favorevole a Nader che, votando in uno stato chiave, accetta di discutere del suo voto con un amico favorevole a Gore che vota in uno stato nel quale Bush dovrebbe vincere”.

Ognuno, dunque, si impegna sull’onore a rispettare il patto.

Il Kansas e l’Oregon si sono interrogati sulla legalità del procedimento ma le autorità della California si sono opposte.
“Non solo è illegale, ma compromette l’integrità e le fondamenta delle elezioni”, ha dichiarato Alfie Charles, portavoce del ministro dell’interno dello stato.

Sono tre i siti che hanno interrotto lo scambio di voti, continuando tuttavia a dare informazioni utili e invitando gli utenti a mettersi d’accordo direttamente.

Tra questi, VoteSwap2000, che aveva registrato 5 mila promesse di voto (in cinque giorni) è stato obbligato a chiudere.

Per saperne di più potete visitare le pagine all’indirizzo http://www.votexchange2000.com dove, sulla home page campeggia ancora la scritta “Supporta il tuo candidato senza sacrificare la Casa Bianca!”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.