Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Stati Uniti: nove anni di prigione per pirateria informatica

17 Dicembre 2002

Stati Uniti: nove anni di prigione per pirateria informatica

di

A Los Angeles è stata smantellata una delle più importanti associazioni a delinquere dedite al contrabbando di software importati illegalmente dall'Asia. Uno dei partecipanti è stato condannato con una pena esemplare

A Los Angeles, una donna americana di 52 anni è stata condannata a nove anni di carcere e a 11 milioni di dollari per danni e interessi, per il ruolo ricoperto all’interno di una delle più importanti reti di pirateria informatica che siano mai state scoperte negli Stati Uniti.

Questa condanna prevede la più lunga pena detentiva mai inflitta contro un incensurato, in materia di pirateria informatica.

La donna è stata condannata per aver fatto parte di una piccola banda (appena quattro membri), arrestata nel novembre 2001, con l’accusa di aver rivenduto prodotti software di contrabbando, importati dall’Asia, con un giro d’affari di 98 milioni di dollari.

Tra i prodotti più trattati, quelli di marchio Microsoft come Windows XP, Windows 2000 e Microsoft Office 2000 Professional.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.