Home
Skype alla conquista di tutti i terminali mobili

22 Aprile 2005

Skype alla conquista di tutti i terminali mobili

di

In occasione di una conferenza VoIP svoltasi a Toronto, il fondatore di Skype ha reso pubblica la propria intenzione di collaborare con tutti i sistemi operativi mobili

Per Niklas Zennström, il futuro di Skype passa inevitabilmente per il supporto mobile. In occasione della conferenza “Voice on the Net”, che si è svolta in questi giorni a Toronto, in Canada, il fondatore del servizio di voice over IP ha dichiarato che la sua società intende seguire l’evoluzione del mercato della mobilità.

Accanto alla diffusione a macchia d’olio di Skype sui PC portatili, il software di voice over IP dovrebbe essere compatibile anche con i terminali mobili più leggeri e maneggevoli, come PDA e smartphone.

Recentemente, Skype aveva già esteso le capacità del suo servizio SkypeIn e aveva lanciato il suo servizio Voicemail, adesso desidera collaborare con tutti i sistemi operativi per terminali mobili: Symbian Windows Mobile ma anche Linux. Di conseguenza, vuole estendere le sue relazioni con i produttori di terminali mobili, soprattutto per sviluppare le connessioni tra la rete GSM classica e il Wi-Fi, sinonimo d’accesso al voice over IP.

In occasione dell’ultimo 3GSM World Congress di Cannes, Skype aveva inoltre firmato un accordo con Motorola per sviluppare la sua presenza su supporto mobile. I primi prodotti derivati da questa collaborazione sono attesi per la metà del 2005.

Skype registra ormai 35 milioni di utenti nel mondo. La società lussemburghese ha registrato 100 milioni di download del suo software principale dalla sua creazione, avvenuta nel settembre 2003, mentre 155.000 nuovi utenti si aggiungono ogni giorno alla rete Skype.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.