Home
Singapore dà un nuovo slancio all’e-government

28 Luglio 2003

Singapore dà un nuovo slancio all’e-government

di

Il Sud est Asiatico continua a distinguersi per la forte politica di investimenti riguardante l'e-government e l'e-business

Singapore ha lanciato negli scorsi giorni la seconda fase dell’e-Government Action Plan (eGAP II). La speranza è quella di rendere tutti i servizi governativi e le relative procedure disponibili online entro il 2006. L’obiettivo è quella di raggiungere un 90% degli utenti online su tutta la popolazione, e che sia le aziende che gli individui, utilizzino i servizi telematici almeno una volta l’anno. Il progetto comprende anche l’integrazione di altri 12 servizi elettronici fra le agenzie governative. Per questa seconda fase sono stati stanziati 1.3 miliardi di dollari di Singapore, che corrispondono a 740 milioni di dollari.

Il paese asiatico ha già messo in linea 1600 servizi pubblici, che vanno dall’archiviazione dei rimborsi delle tasse alle procedure per i passaporti. Tutto questo concorrerà alla riduzione dei processi burocratici e a rendere più competitive le aziende locali. Attualmente il 75% dei cittadini che devono interagire con il governo utilizzano mezzi elettronici. Il servizio eGAP II permetterà anche di vedere come si sta evolvendo la società di Singapore.

Un altro servizio in costruzione è l’Online Application System for Integrated Services (OASIS). Con questo sistema, le società potranno registrare le loro attività e richiedere tutte le licenze necessarie attraverso un unico sito Web.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.