Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Sessantenni a caccia di sesso

26 Gennaio 2001

Sessantenni a caccia di sesso

di

“Non è mai troppo tardi”. Questa frase, titolo di una famosa trasmissione di alfabetizzazione, ben si adatta a un fenomeno dell’Internet europea: i sessantenni sono i più grandi frequentatori di siti porno.

Lo dice uno studio della società Netvalue, realizzato per fotografare l’audience dei siti per adulti in Europa, secondo la nazionalità, l’età e il sesso degli utenti.

I paesi presi in considerazione sono la Spagna, la Germania, la Gran Bretagna, la Danimarca e la Francia.
I risultati sono, a dir poco, sorprendenti.

Sulla somma degli utenti di questi 5 paesi, i più assidui frequentatori di questo genere di siti sono le persone tra i 50 e i 64 anni, con ben 124,9 minuti al mese passati alla ricerca del “proibito”. Battono di gran lunga i giovani (15-24 anni) che si soffermano solo 48,6 minuti al mese per rifarsi gli occhi.

Ma le sorprese non finiscono qui. Passando allo studio per singoli paesi, dalla Gran Bretagna arrivano dati inaspettati.
È il paese dove c’è la più grande percentuale di donne che frequentano siti per adulti: il 28 % delle utenti (anche se si soffermano solo 13 minuti al mese), contro una media del 20 % negli altri paesi. Le donne inglesi – come abbiamo scritto su questa rubrica – sono anche le più assidue frequentatrici di siti “romance”, dove si possono fare amicizie e iniziare relazioni sentimentali.

In Spagna sono i giovani che frequentano più assiduamente i siti porno, al contrario dei danesi che sembrano mostrare scarso interesse.
I tedeschi nel loro complesso sono, invece, il popolo che più di altri ama navigare nel mare del sesso virtuale: secondi come percentuale complessiva (il 33,4 %), ma primi come numero di minuti (70,4).

Gli spagnoli hanno lo scettro del popolo più “sporcaccione”, con il loro 38,8 % di utenti.

Ultimo dato: il sito “principe” dell’intrattenimento a carattere sessuale eletto dagli europei è Porncity.com.
Il testo completo dello studio lo trovate cliccando qui.

I più giovani, dunque, sono avvertiti: mettete dei filtri nei vostri browser. Eviterete ai vostri genitori di incappare su immagini proibite. Magari qualcuno ha già inventato un Cyberpapi, o un Netbabbo per venirvi in aiuto.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.