ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Quit Y2K: torneo per guerrieri virtuali

02 Ottobre 2000

Quit Y2K: torneo per guerrieri virtuali

di

Il 6-7-8 ottobre 2000, presso il PalaMalaguti di Casalecchio di Reno (Bologna), centinaia di videogiocatori italiani si incontreranno per una grande sfida a colpi di joystik

CTOnet S.p.A, il portale italiano per l’intrattenimento, in collaborazione con Gamers revolt, provider di videogiochi, organizza un grande “LAN Party” italiano, che riunirà tutti gli appassionati di videogiochi come Quake 3, X-Wing Vs. Tie Fighter, X-Wing Alliance e Jedi Knight.

Cinquecento computer, collegati ad un’unica rete locale o LAN, uniranno la comunità italiana di video giocatori che potranno così usufruire di connessioni molto veloci – adatte ai giochi di nuova generazione – e avranno la possibilità di conoscere di persona i loro avversari.

Durante la manifestazione si svolgeranno vari tornei e chi “sopravviverà” a ciascuna di queste gare sarà premiato; inoltre verrà proclamato ufficialmente il campione italiano che potrà partecipare ai prossimi campionati europei.

Quit Y2K permetterà agli appassionati di “videogames” di giocare in rete per 3 giorni consecutivi, sfruttando la formula – di grande successo negli USA – 72 ore su 72.

L’evento – giunto alla quarta edizione – diventerà il torneo ufficiale italiano, si svolgerà una volta all’anno e permetterà le qualificazioni internazionali ai giochi multiplayer.

I vincitori verranno premiati dai giocatori di basket della Virtus Kinder di Bologna.

Per le squadre vincitrici nelle varie categorie, sarà possibile un confronto diretto con i “clan” più forti d’Europa, sponsorizzato da CTOnet: un’occasione in più per dimostrare le loro capacità.

Per ulteriori informazioni:
http://www.gamersrevolt.com/
http://www.ctonet.it/

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.