Home
Pochi iscritti ai corsi di teledidattica negli Usa

18 Giugno 1999

Pochi iscritti ai corsi di teledidattica negli Usa

di

Lanciati con molte speranze ed energie lo scorso autunno, i corsi insegnati solo via Internet dalla Western Governors University si vanno rivelando un grosso buco nell’acqua. L’istituto, che offre teledidattica specifica per college e aziende, prevedeva iscrizioni per circa 3.000 studenti entro il suo primo anno di attività, ma al momento ne registra appena un centinaio.

I proponenti della didattica a distanza ritengono comunque che prima o poi il concetto prenderà piede, e secondo i consulenti di International Data negli USA è lecito attendersi entro il 2002 oltre due milioni di iscritti a corsi virtuali a livello di college.

Nel frattempo il consiglio di amministrazione di Western Governors University è corso ai ripari: nuovo CEO, più fondi da AT&T, nuova Partnership con la Open University inglese e perfino la fattiva attenzione del vicepresidente statunitense. Al Gore ha appena inserito l’università virtuale nel programma Access America for Students, il cui scopo è l’offerta di servizi governativi per gli studenti di college, quali la richiesta via Internet di prestiti per il pagamento delle rette scolastiche.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.