Home
Olanda: i pagamenti restano l’ostacolo per l’e-commerce

05 Dicembre 2002

Olanda: i pagamenti restano l’ostacolo per l’e-commerce

di

In una conferenza dedicata ai pagamenti online sono stati evidenziati i problemi del settore.

Secondo l’associazione olandese dello shoppping da casa, la Thuiswinkel.org, i pagamenti restano l’ostacolo principale per la diffusione dell’e-commerce anche in un paese sempre più in Rete come l’Olanda.

Il problema è la mancanza di standard e la presenza di tante formule diverse per acquistare con carta di credito o altro.
La Thuiswinkel.org, nata nel 2000, rappresenta oggi 100 aziende che si dicono molto preoccupate per questo problema. Le aziende dell’associazione praticano anche altre forme di distance commerce come la vendita su catalogo per corrispondenza, la televisione, il telefono, ma l’online resta il punto critico.

In questi giorni si è concluso il convegno annuale sui pagamenti online e ciò che è emerso con massimo vigore è proprio la necessità di creare una formula standard e di costruire la fiducia dei consumatori attraverso la chiarezza delle procedure.

Servono, secondo il documento sottoscritto dai membri della associazione, procedure che semplici, universali, esportabili sul wireless ed adattabili ai micropagamenti. Ma ciò che emerge è proprio il contrario: le banche e gli altri operatori di soluzioni di pagamento tendono a difendere i propri sistemi proprietari che però non dispongono di alcuna interoperabilità. Questa situazione affrontata dalla a conferenza Thuiswinkel ad Utrecht vale, ovviamente, anche al di fuori dell’Olanda e dell’Europa.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.