Home
Non c’è differenza tra i Celeron e gli altri Pentium

19 Aprile 1999

Non c’è differenza tra i Celeron e gli altri Pentium

di

Uno dei più noti analisti informatici statunitensi, ha dichiarato che non ci sono differenze tra i Celeron e i Pentium, anche se questi ultimi sono molto più cari

Durante un dibattito tenutosi all’interno del salone del WinHec, Michael Slater, uno dei più noti analisti informatici statunitensi, ha dichiarato che IBM ha giocato sporco nel settore dei processori. Secondo Slater, infatti, non ci sarebbero differenze sostanziali tra i Celeron e gli altri Pentium, anche se questi ultimi costano più cari della linea economica di processori messi in vendita dal gigante americano.

Le differenze di prezzo tra i processori Intel, secondo l’analista, non troverebbero giustificazioni nelle prestazioni. Il Pentium II a 400 Mhz, ad esempio, viene venduto ad un prezzo quasi doppio rispetto al Celeron 400 Mhz, che costa solo 133 dollari. Le prestazioni di quest’ultimo, però, sarebbero inferiori solo del 5%.

Slater ha anche spiegato che i costruttori tendono a montare sui PC equipaggiati di Pentium II o III hard-disk più rapidi e schede grafiche migliori per dare una sensazione di maggiore velocità.
Chi utilizza prevalentemente programmi di tipo office (Word o Excel ad esempio) potrebbe non trovare nessuna differenza utilizzando un Pentium III a 500 Mhz o un Celeron 300A. Questo è infatti più lento del processore più caro solo dell’1,5%.

Per quanto riguarda il Pentium III Slater ha sostenuto che le differenze con il Pentium II sono minime. “Sembra un Pentium II Plus – ha aggiunto – non è un veramente un nuovo processore”.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.