Home
Napster 2.0, dalla pirateria al modello iTunes

22 Ottobre 2003

Napster 2.0, dalla pirateria al modello iTunes

di

Il celebre client P2P, grazie alla Roxio, è ora uno dei primi sistemi di vendita di musica online.

Roxio ha presentato ufficialmente negli scorsi giorni la nuova versione di Napster 2.0. Il noto client P2P è diventato un servizio di download a pagamento di canzoni per 99 centesimi di dollaro ciascuna, o di 9.95 dollari per un album intero.
Per ora il programma è presente solamente in versione beta, ma l’uscita della versione definitiva è stata fissata per il 29 ottobre.

L’azienda ha anche presentato recentemente la nuova interfaccia del servizio, che cerca di incorporare le funzionalità peer-to-peer tra i soci. Per la gestione dei diritti digitali, Roxio ha deciso di avvalersi della tecnologia della serie Windows Media 9 di Microsoft. Tra gli utenti ci sono molti dubbi sull’uso che si potrà fare delle canzoni scaricate. Napster, infatti, rende possibile un numero illimitato di copie su CD o di trasferimenti dei file, ma allo stesso tempo è stato annunciato che sono presenti non precisati “meccanismi di limitazione”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.