FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
L’industria musicale attacca Yahoo! China

13 Luglio 2006

L’industria musicale attacca Yahoo! China

di

International Federation of the Phonographic Industries ha deciso di rinvigorire la lotta contro la pirateria musicale cinese colpendo i motori di ricerca online

Yahoo China è nella bufera per la sua tolleranza nei confronti dei siti che contengono tracce audio pirata. L’industria musicale è intenzionata ad avviare una causa, a meno che il noto motore di ricerca – che attualmente detiene la seconda posizione nel ranking cinese – non decida di negoziare. «Speriamo che si possa raggiungere un accordo extra-giudiziale; in caso contrario procederemo con un’azione legale», ha dichiarato John Kennedy, Presidente dell’International Federation of the Phonographic Industries (IFPI), l’organizzazione che rappresenta gli interessi dell’industria discografica. L’anno scorso, Baidu, il primo motore di ricerca cinese, è stato denunciato per lo stesso motivo dall’IFPI. La disputa è ancora in corso e non è ancora chiaro quale sarà l’epilogo.

Kennedy non ha voluto comunicare quale potrebbe essere la richiesta di risarcimento, ma ha sottolineato che un caso simile negli Stati Uniti porterebbe «a decine di milioni di dollari di multa, se non di più». L’IFPI considera il mercato cinese come una priorità per il futuro del segmento musicale. Sebbene nelle vendite mondiali, attualmente, si posizioni solo al ventesimo posto, potenzialmente potrebbe essere l’area di maggiore espansione. Il problema è che le vendite illegali rappresentano il 90% del mercato, con un fatturato perso di circa 400 milioni di dollari.

«Noi rispettiamo i diritti della proprietà intellettuale. Se qualcuno nota qualcosa sul nostro sito che viola il copyright disponiamo di un sistema che ne permette la rimozione», ha dichiarato Porter Erisman, portavoce di Yahoo China. «Il motore di ricerca opera nella legalità. Comunque stiamo trattando con le major discografiche per creare un sistema, per il mercato cinese, che permetta il downloading di musica con licenza».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.