FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
L’industria IT si coalizza per l’abbattimento dei consumi energetici

25 Giugno 2007

L’industria IT si coalizza per l’abbattimento dei consumi energetici

di

«Climate Savers Computing Iniziative» vuole sostenere l'adozione di alimentatori per pc più efficienti

Intel e Google hanno dato vita a un’iniziativa di stampo ambientalista, che tenterà di sensibilizzare la dimensione consumer e business al problema della dispersione energetica in ambito informatico. Climate Savers Computing Iniziative vanta fra i suoi sostenitori tutte le imprese più importanti del settore IT e i produttori hardware più conosciuti, come ad esempio IBM, Yahoo, Microsoft, AMD, etc. L’obiettivo è quello di incoraggiare l’acquisto di prodotti dotati di sistemi di alimentazione più efficienti.

Gli esperti del settore sostengono che le unità di alimentazione più acquistate disperdono quasi il 50% dell’elettricità in entrata; in ambito server il rate di dispersione è di circa il 30%. «I sistemi attuali richiedono decisamente più energia e raffreddamento delle versioni passate. L’aumento globale dei costi energetici, quindi, ha provocato un incremento di quelli operativi per la gestione dei data center», aveva sottolineato Rakesh Kumar, ricercatore di Gartner durante il Symposium ITxpo di Cannes. «In media le grandi aziende spendono tra il quattro e l’otto percento del loro budget IT per l’energia. Ma l’aumento delle richieste energetiche dell’hardware e quello dei costi delle risorse, entro i prossimi cinque anni, farà crescere questa spesa del 400%. Sarà bene preoccuparsi immediatamente della questione».

Per questi motivi gli aderenti alla Climate Savers Computing Iniziative hanno promesso tra il luglio 2007 e il 2008 di produrre e acquistare – a seconda dei casi – personal computer dotati di sistemi di alimentazione con un’efficienza dell’80%. La roadmap completa indica poi un 85% per il giugno 2009, un 88% per il giugno 2010 e un 90% per il giugno 2011. In ambito server, invece, si parla di un 85% di efficienza tra il luglio 2007 e il 2008; un 89% da raggiungere tra il luglio 2008 e il 2009 e un 92% tra il luglio 2009 e giugno 2010.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.