Home
Le wlan diventano realtà anche per l’ambiente home

30 Gennaio 2003

Le wlan diventano realtà anche per l’ambiente home

di

D-Link e Netgear hanno deciso di rendere disponibili kit wireless 802.11g a prezzi competitivi, e allettanti per l'utenza non business

In Italia il passaggio dalle Reti fisiche a quelle wireless non è ancora avvenuto, almeno in ambiente home. Uno dei motivi più semplici è legato ai prezzi di listino ancora piuttosto proibitivi. Fortunatamente le strategie delle aziende stanno cambiando: l’ambiente business non è il solo ed unico target di riferimento per le wlan.

Netgear e D-Link stanno per presentare nuovi adapter, access point e router basati sul protocollo 802.11g. Il nuovo standard permetterà velocità di trasferimento massime, e teoriche, di 54 megabits/s, ben 5 volte superiore al normale 802.11b, che è attualmente in commercio.

Tutto questo permetterà, per esempio, la creazione di network home dalle elevate potenzialità: masterizzare sul pc trasmissioni televisive o film senza dover spostare le elettroniche da una stanza all’altra, streaming audio online direttamente sull’impianto hi-fi (se possiede l’entrata digitale), streaming della tv satellitare sul pc…

I prezzi sono finalmente concorrenziali: l’adapter D-Link 802.11g costa 80 dollari, la versione 802.11a costa 140 dollari; il router 802.11g costa 150 dollari, la versione 802.11g costa, invece, 290 dollari. Netgear propone un listino leggermente più basso, ma in linea con le differenze di prezzo fra i due protocolli.

La frequenza radio di utilizzo del 802.11g è uguale a quella del 802.11b, ovvero 2.4-GHz, quindi i due protocolli possono essere usati insieme. Inoltre, il protocollo g dimostra così di disporre di un raggio d’azione superiore al vecchio 802.11a.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.