Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Le notifiche Android fanno andata e ritorno

31 Luglio 2013

Le notifiche Android fanno andata e ritorno

di

Il progresso dell'infrastruttura di comunicazione mobile per i dispositivi più diffusi si riverbera sull'intera rete globale.

Come spiegherò in forma compiuta nel mio prossimo libro, una delle funzionalità più affascinanti a disposizione degli sviluppatori Android si chiama Google Cloud Messaging e permette l’invio di notifiche o informazioni push.

Il meccanismo della messaggistica via cloud di Android, in breve, è il seguente. Quando una applicazione viene eseguita, può richiedere a Google un codice che la identifica in modo univoco. Le applicazioni così identificate possono utilizzare il codice, associandolo ovviamente all’utente, per comunicare con un proprio server.

Dopo di che una qualunque applicazione identificata, tipicamente di genere server, può utilizzare il suddetto identificatore per richiedere a Google l’invio di una notifica o di dati fino a una lunghezza di otto kilobyte.

Di solito la notifica serve per indicare la disponibilità di informazioni che poi l’applicazione preleverà attraverso una opportuna richiesta. Lo scorso anno esisteva un limite al numero di notifiche che una particolare applicazione, configurata nella Console di Google, potesse inviare. Ora questo limite è stato eliminato e sono state aggiunte caratteristiche importanti per l’efficacia del sistema e il consumo energetico:

Il Cloud Connection Server di Google Messaging Cloud (CCS) permette a server indipendenti di comunicare con dispositivi Android attraverso una connessione TCP con i server Google che utilizza il protocollo XMPP. La connessione è persistente e la comunicazione è sincrona e bidirezionale.

Google Cloud Messaging offre inoltre la possibilità di gestire le notifiche in modo distribuito sui diversi dispositivi associati ad un unico utente. Questo permette non solo di visualizzare una notifica su tutti i dispositivi, ma soprattutto eliminarla da tutti nel momento in cui l’utente la elimina o seleziona da uno di essi.

Non si perda di vista il vero significato di queste novità nel momento in cui si guardi oltre il lato squisitamente tecnico. Su ogni piattaforma mobile la messaggistica è un componente cruciale, che forse più di tutte spinge il progresso dell’interconnessione tra le persone e le organizzazioni e l’efficacia intrinseca della rete globale. Ogni volta che scendiamo nel dettaglio parlando di messaggistica, esaminiamo una infrastruttura il cui sviluppo e le cui caratteristiche hanno ripercussioni sociali e commerciali non indifferenti.

L'autore

  • Massimo Carli
    Massimo Carli, dopo essersi occupato per più di dieci anni di applicazioni enterprise in ambiente Java, nel 2003 ha iniziato a interessarsi alle applicazioni mobile, sviluppando per dispositivi Blackberry, iOS e Android. Ha lavorato come Software Engineer per Yahoo! e Facebook ed è attualmente Lead Mobile Engineer per Lloyds Banking Group.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.