Risparmia il 20% su tutti i corsi

Iscriviti con il codice sconto 1POSTOALSOLE, ma attenzione: può essere usato solo 50 volte

Approfittane subito
Home
Landing page: i segreti per farla funzionare

27 Luglio 2022

Landing page: i segreti per farla funzionare

di

Una buona landing page fa scoprire un prodotto o un servizio al visitatore e lo coinvolge emotivamente. Ecco come riuscirci.

FAQ su come creare buone landing page

  1. Che cos’è una landing page?
  2. Che cosa la rende efficace?
  3. Come nasce una landing page?
  4. Che cosa ci si mette?
  5. Come sbagliare il design di una landing page?

Che cos’è una landing page?

Può essere la destinazione finale di una campagna o di un customer journey, oppure un nodo che dirime il percorso dell’utente. Di solito alle landing page si chiede di convertire, persuadere il visitatore ad approfondire la sua scoperta o adottare un prodotto o altrimenti un servizio.

Gli ingredienti (grafica, tipografia, linguaggio, contesto) che convincono il visitatore sono i componenti della call to action, letteralmente la chiamata all’azione.

Torna all’inizio.

Che cosa la rende efficace?

Una landing page che funziona contiene innanzitutto gli elementi giusti, della giusta qualità, combinati nel giusto equilibrio.

Poi, si pone un singolo scopo. In questo è diversa da una homepage, che solitamente si presenta come uno hub contenente numerose opzioni di navigazione. Il visitatore trova in essa qualcosa che suscita il suo interesse in uno spazio ristretto di tempo e di attenzione; un solo qualcosa, che auspicabilmente lo porterà a proseguire nel percorso.

È giusto che possieda più punti di accesso, ma sempre un solo punto di uscita, da cui il visitatore uscirà trasformato in cliente.

Torna all’inizio.

Leggi anche: Una buona landing page accende l’interesse e l’emozione di chi la visita

Come nasce una landing page?

Nelle organizzazioni di maggiori dimensioni avviene una collaborazione tra la squadra di marketing e comunicazione e il team di design e di prodotto.

In ambiti più piccoli, per esempio piccole aziende o studi professionali, vanno curati gli aspetti di interfaccia utente (User Interface, UI,) e di esperienza dell’utente (User Experience, UX). Normalmente queste funzioni vengono svolte da un paio di specialisti, che sono UX Writer e copywriter.

In ogni caso, il risultato arriva da una iniziativa condivisa all’interno dell’azienda ed è espressione di una collaborazione interna.

Torna all’inizio.

Che cosa ci si mette?

È forte la tentazione di usare la landing page in modo pubblicitario ed è un errore. Le persone che vi si trovano desiderano ricevere informazioni; convincenti, accattivanti, gradevoli, sintetiche, comunque informazioni. Perché seguire la call to action, qual è il vero valore di un servizio, perché quell’occasione è davvero imperdibile. Che sia imperdibile (il messaggio pubblicitario) è stato già detto, da qualche altra parte.

Le persone convinte, che attuano l’agognata conversione, hanno trovato principalmente due cose: conoscenza e vantaggi. Sanno perché conviene e sanno di che cosa si tratta.

Ciò sarà il frutto di un design generato a partire dall’obiettivo di business, che sarà stato determinato in modo concreto e misurabile. Se tutto funziona, la landing page determinerà conversioni e l’azienda sarà esattamente che cosa riguardano e in che quantità.

Torna all’inizio.

Come sbagliare il design di una landing page?

Gli errori che si commettono principalmente sono frutto delle deformazioni stilistiche che molto spesso la scuola ha instillato negli studenti con una certa concezione dei temi in classe.

Una buona landing page ha poco testo e i giusti spazi bianchi (molti, ampi), per evitare distrazioni e concentrarsi sul messaggio principale. Rifugge dai testi interminabili e frustranti da leggere, così come dai link multipli che portano altrove e distolgono dall’obiettivo.

L’errore capitale è la mancanza di chiarezza. Tutto deve converge verso l’obiettivo in modo chiaro e inequivocabile. Il visitatore si sente sicuro, convinto, perfino desideroso di procedere e sa con precisione che cosa sta facendo, perché e come.

Il visitatore, se il lavoro è stato eseguito a dovere, è pronto a diventare un lead: un contatto. L’azienda ha raggiunto l’obiettivo.

Torna all’inizio.

Immagine di apertura di Photo by Daniel Korpai su Unsplash.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non abbiamo scelto questa formula per prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto la utilizziamo quando pensiamo che non aggiunga valore al testo sapere a chi appartiene la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.

Corsi che potrebbero interessarti

Tutti i corsi
progettare-una-landing-page-cover-2 Corso Online

Progettare una Landing Page - Che Funziona

con Valentina Di Michele

Vuoi migliorare l'efficacia dei testi di una landing page? Valentina Di Michele ti insegna cosa fare e cosa evitare per progettare i contenuti di una pagina che converte.

99,00

Data di inizio:
08/11/2022

Progettare_i_contenuti_di_un_sito_web-cover Corso Online

Progettare i contenuti di un sito web - Che Funziona

con Nicola Bonora

La buona progettazione dei contenuti di un sito web o di un'app è determinate per il suo successo. Conoscere e saper utilizzare bene gli strumenti del designer non è però scontato. Questo workshop di Nicola Bonora ti insegna come e ti aiuta a fare pratica.

199,00

Data di inizio:
28/9/2022

instructional-design-iniziare-bene-cover Corso Online

Instructional design - Iniziare Bene

con Matteo Uggeri

Ripensare la formazione in azienda e l'insegnamento è una sfida attuale. Se non sai da che parte iniziare, non ti senti sicuro o temi di non saper coinvolgere al meglio alunni e colleghi, il corso di Matteo Uggeri è quello che ti serve.

99,00

Data di inizio:
14/10/2022


Articoli che potrebbero interessarti

Tutti gli articoli