Home
La notizia buona e quella cattiva

02 Aprile 2012

La notizia buona e quella cattiva

di

L'edicola più rappresentativa nel mondo tablet ha preso a tirare con ritmo. I numeri tuttavia sono ancora lontani dal contare.

Secondo Distimo, l’Edicola lanciata sei mesi fa da Apple con iOS 5 e presente su iPhone/iPod touch/iPad genera fatturato per circa 70 mila dollari ogni giorno, relativamente agli Stati Uniti e alle cento app più redditizie.

Questa potrebbe essere la notizia buona.

Tirano sia gli abbonamenti, sia – soprattutto – gli acquisti in-app, tipicamente mirati ai numeri singoli di una data testata. Le prime cinque app per vendite sono The Daily, New York Times, New Yorker, National Geographic e Cosmopolitan.

Il sette percento delle top 200 app di App Store per iPad appartiene all’Edicola.

Apple ha venduto circa 65 milioni di iPad a oggi. Dunque ogni iPad venduto genera poco più di un centesimo al giorno di fatturato dall’Edicola.

Questa potrebbe essere la notizia cattiva.

Potrebbero. A questo punto si devono innestare discorsi sui mercati chiusi e quelli aperti, sul rapporto dell’editoria digitale con quella tradizionale e quant’altro.

Al momento vale la pena di tirare solo due conclusioni: l’editoria digitale, comunque la si consideri, è appena nata. Una goccia nel mare. Secondo, tutti i giochi sono ancora da fare e nel frattempo la carta è tutt’altro che morta.

L'autore

  • Lucio Bragagnolo
    Lucio Bragagnolo è giornalista, divulgatore, produttore di contenuti, consulente in comunicazione e media. Si occupa di mondo Apple, informatica e nuove tecnologie con entusiasmo crescente. Nel tempo libero gioca di ruolo, legge, balbetta Lisp e pratica sport di squadra. È sposato felicemente con Stefania e padre apprendista di Lidia e Nive.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.