REGALA UN CORSO

È facile ed è un modo di dire: segui i tuoi sogni, credo in te!

Scopri come fare in 3 passi
Home
La Commissione UE spinge per l’IPv6, il nuovo protocollo Internet

25 Febbraio 2002

La Commissione UE spinge per l’IPv6, il nuovo protocollo Internet

di

La Commissione europea lancia un appello ai paesi membri e al settore privato per accelerare la realizzazione dell’Internet di nuova generazione: la rete attuale rischia la saturazione entro il 2005.

In una delle tante “comunicazioni”, la Commissione propone agli Stati membri della UE e alle imprese un “piano d’azione” per assicurare il passaggio all’Internet di nuova generazione “il protocollo IPv6” che dovrà prendere il posto dell’attuale IPv4, concepito negli anni ’70.

Un passaggio, questo, reso necessario dal fatto che la rete attuale, con i suoi quasi 4 miliardi di indirizzi, non è più sufficiente a fornire un indirizzo a ognuno degli abitanti del pianeta.

È imperativo, quindi, che gli europei si mobilitino per mettere in opera l’IPv6 le cui capacità di fornire indirizzi sarebbero illimitate: 4 miliardi per 4 miliardi per 4 miliardi per 4 miliardi.

“L’IPv6 è una tecnologia di importanza capitale per la convergenza su Internet con le comunicazioni mobili – sottolinea Erkki Liikanen, commissario europeo per la società dell’informazione – un campo dove l’Europa occupa il primo posto nel mondo”.

Il nuovo protocollo permetterà di connettere i Pc a Internet, come adesso, ma anche tutti gli strumenti elettronici, come telefoni mobili, sistemi di navigazione automobilistici o elettrodomestici.

La Commissione ricorda anche che ha già investito 55 milioni di euro per la ricerca dedicata al nuovo protocollo e che gli sforzi dell’Europa in questo campo “sono ineguali nel mondo”.

Per questo chiede un impegno “politico” dei paesi membri della UE, insieme a un sostegno finanziario alla rete di ricerche nazionali e regionali perché si possano integrare alla rete di ricerche GEANT.

Alle imprese, la Commissione chiede che l’IPv6 sia integrato nei piani strategici delle aziende, in modo che prendano “misure precoci per ottenere indirizzi IPv6 in numero adeguato”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.