OFFERTA DEL GIORNO

Machine Learning con Python in ebook a 6,99€ invece di 24,99€

Risparmia il 72%
Home
Klips: un modo diverso di fare didattica all’Università

17 Marzo 2005

Klips: un modo diverso di fare didattica all’Università

di

In pochi mesi è andato a regime il sistema informativo didattico della Facoltà di Economia di Torino. Idee, competenze, progettazione: un mix semplice per dare buoni risultati

“Meno licenze, più competenze” è lo slogan che riassume in poche parole l’esperienza di Klips il sistema informativo didattico realizzato con tecnologie Open Source dalla Facoltà di Economia dell’Università di Torino.

Il sistema offre agli studenti della Facoltà un ambiente personale di studio, comunicazione e collaborazione, basato su tecnologie informatiche. In pratica si tratta una specie di zaino elettronico che permette di accedere, da qualunque postazione Internet, alle informazioni dei vari insegnamenti, di gestire e organizzare il proprio materiale didattico e le proprie attività di studio, di interagire con i docenti e gli altri studenti, di partecipare ai corsi online. Ovviamente una buona parte dei servizi è legata alla didattica mediata dalla rete. Infatti Klips fornisce un ambiente strutturato di erogazione dei corsi on-line per ospitare quelli già realizzati e quelli in corso di realizzazione basando la sua filosofia sull’apprendimento collaborativo.

I più di 7.000 gli studenti della Facoltà possono accedere a Klips tramite una propria login e password e trovare, per ognuno dei 250 corsi presenti on-line un contenitore di materiali didattici, quali lucidi, dispense e altro materiale predisposto dai docenti. La parte organizzativa e gestionale prevede un contenitore di documenti amministrativi, quali elenco degli iscritti, risultati e temi d’esame, un’agenda che raccoglie sotto forma di calendario tutte le attività del corso: lezioni, esercitazioni, seminari, esami, ricevimento dei docenti, con una bacheca in cui sono consultabili tutti gli avvisi relativi ai corsi. Per comunicare con tutti i partecipanti a Klips è disponibile una buca delle lettere, in cui gli studenti possono inviare richieste di informazioni.

Klips è stato progettato e realizzato dal Liases, la struttura informatica della Facoltà, utilizzando software Open Source. Il cuore del sistema è rappresentato da Zope, uno dei migliori sistemi per lo sviluppo di applicazioni Web, e da Plone, dedicato prevalentemente alla gestione dei contenuti.

“La decisione di adoperare esclusivamente software Open Source è dovuta non solo a ragioni economiche, ma anche a motivazioni legate alle caratteristiche di questo software: affidabilità e sicurezza, aderenza agli standard, totale trasparenza degli strumenti utilizzati – racconta Sergio Margarita, direttore del LIASES, professore della Facoltà e ideatore del progetto -. Questa scelta si è dimostrata vincente per la flessibilità di sviluppo, l’affidabilità della soluzione e la crescita professionale del personale interno dedicato al progetto”.

Klips si svilupperà nei prossimi tre anni arricchendosi di nuovi servizi ed estendendosi agli studenti delle lauree specialistiche. nel quadro di un progetto presentato dal LIASES e finanziato dalla Regione Piemonte per gli anni 2003-2006.

L'autore

  • Vittorio Pasteris
    Vittorio Pasteris è un giornalista italiano. Esperto di media, comunicazione, tecnologia e scienza, è stato organizzatore dei primi Barcamp italiani e collabora con il Festival del giornalismo di Perugia.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.