Home
ISTAT: Internet non è di casa

29 Gennaio 2008

ISTAT: Internet non è di casa

di

Le famiglie italiane, secondo l'ultimo Rapporto ISTAT, sono poco «webby»

Il recente Rapporto ISTAT «Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui» ha fotografato ancora una volta il livello di arretratezza «tecnologico» delle famiglie italiane. Se la televisione è presente nel 95,9% delle famiglie, l’accesso ad Internet è disponibile solo nel 38,8%. Il personal computer (47,85%) segue il cellulare (85,5%), il videoregistratore (62%) e il lettore DVD (56,7%).

Anche in presenza di un pc e di una connessione a Internet, nella maggior parte dei casi il tutto si riduce alla gestione della posta elettronica (77,3%), ricerca informazioni per prodotti e servizi (64,8%), e un po’ di approfondimento (54,7). Il 57% dei giovani al di sotto dei 24 anni praticamente si diverte solo a chattare.

Secondo Eurostat la diffusione della Rete in Italia è del 43%, 11 punti percentuali in meno rispetto alla media europea. Praticamente la diciottesima posizione, dopo la Lituania, ma prima della Polonia. E per quanto riguarda il wireless, solo il 17,3% dell’utenza web si affida ad un notebook con collegamento Wi-Fi; il 7,4% si affida alla connessione GPRS via cellulare; il 6,8% gioca la carta dell’UMTS.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.