Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Internet corre sul filo della rete elettrica bresciana

11 Luglio 2006

Internet corre sul filo della rete elettrica bresciana

di

L'Azienda dei Servizi Municipalizzati del Comune di Brescia ha presentato il primo servizio broadband basato su tecnologia power line communication

Brescia è la prima città in Italia a disporre del servizio broadband su rete elettrica (power line communication). Asm, la società locale che gestisce la distribuzione di elettricità, grazie alla sussidiaria informatica Selene, ha lanciato un’offerta consumer a banda larga che permetterà a migliaia di famiglie di navigare online con velocità comprese fra i 4 e 10 Megabit. Il tutto con un abbonamento flat da soli 17 euro al mese.

La soluzione tecnologica basata su power line communication consente a un qualsiasi utente di accedere al Web tramite un particolare dispositivo, simile ad un comune modem, collegato alla presa elettrica. Ogni intervento di implementazione della rete elettrica non coinvolge l’ambito domestico, ma semplicemente la rete di centraline di zona.

Attualmente il servizio è limitato alla sola area urbana, ma entro il 2007 coinvolgerà anche i comuni limitrofi. «L’obiettivo è arrivare a quota 12.000 clienti in tre anni e mezzo, un traguardo alla nostra portata se si considera che gli utenti di elettricità già serviti da Asm sono 90.000», ha dichiarato Oreste Galasso, amministratore delegato di Selene. «Già l’anno prossimo si pensa di iniziare ad allargare il progetto anche agli altri 45 Comuni della provincia, in Val Sabbia e lago di Garda, dove Asm fornisce energia elettrica», ha aggiunto Renzo Capra, presidente di Asm.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.