Home
Inizia l’era delle console con il disco fisso

17 Luglio 2001

Inizia l’era delle console con il disco fisso

di

A pochi giorni dalla commercializzazione dell'hard disk per PlayStation2 da parte di Sony, un gruppo di studenti ha messo a punto la versione per Sega Dreamcast

Il 19 luglio 2001 Sony Computer Entertainment (SCEI) introdurrà sul mercato giapponese un hard disk da 40 GB e un adattatore Ethernet a banda larga per PlayStation2. Due le versioni previste: esterna (19.000 yen, circa 300.000 lire per i modelli SCPH-10000/15000/18000), ed interna (18.000 yen, circa 280.000 lire per SCPH-30000 e SCPH-35000). Ogni confezione includerà anche un Utility Disc che contiene il Music CD Player e un nuovo driver per il lettore DVD, comprensivo di opzioni di programmazione e shuffling. Sony prevede di distribuire le prime 10.000 unità online, di cui 75% nella versione esterna e 25% interna. L’hard disk sarà disponibile sul mercato americano ed europeo a partire dal prossimo novembre ad un prezzo ancora da definire. SCEI ha inoltre reso noto che a settembre introdurrà una nuova tastiera e un nuovo mouse USB per PS2. Le console dell’ultima generazione sono sempre più simili ai personal computer, tanto nella funzionalità quanto nell’estetica.

Tra i primi titoli per PS2 che supporteranno l’hard disk spiccano Final Fantasy X (Squaresoft), Capcom Vs SNK 2: Millionaire Fighting 2001 (Capcom), Tamamayu Saga 2/Jade Cocoon 2 (Genki), Beatmania II DX 5th Style: New Songs Collection (Konami), Atelier Lilie (Gust), A-Train 2001 (artDink) e Guitadora: Guitar Freaks 4th Mix & Drum Mania 3rd Mix (Konami). Ad eccezione di Final Fantasy X – che sarà introdotto il 19 luglio e A-Train + Atelier Lilie che sono già disponibili – i restanti titoli saranno commercializzati tra la fine di agosto e la fine di settembre. Grazie all’hard disk, gli utenti PlayStation2 potranno downloadare dalla rete nuovi scenari, personaggi ed extras. Per esempio, acquistando una copia di A-Train 2001: Train Kit, un disco di espansione della popolare simulazione targata ArtDink, i giocatori potranno utilizzare fino a 63 nuovi veicoli, costruire nuovi tracciati e memorizzarli su disco fisso. È prevista inoltre un’opzione che consente di fotografare le proprie creazioni digitali, inviarle a PC per mezzo dell’interfaccia Ethernet e quindi inviarle per mezzo della rete. È probabile che l’introduzione dell’hard disk per PS2 favorirà l’avvento di comunità online di giocatori, così come avviene da anni in ambito PC. La possibilità di utilizzare disco fisso potrebbe inoltre incentivare lo sviluppo di software amatoriale (Linux e non) per PlayStation2 e favorire la diffusione di programmi indipendenti. Si veda, a questo proposito, il Linux Development Effort o Napalm.

Della prima generazione di titoli compatibili con l’hard disk per PS2, quello più atteso è chiaramente Final Fantasy X, ultima incarnazione della saga RPG più famosa al mondo insieme a The Legend of Zelda (Nintendo). Hiroshi Suzuki, presidente di Squaresoft, ha comunicato a Bloomberg che l’azienda prevede di commercializzare 4 milioni di copie in Giappone ed altre 6 nel resto del mondo. Tra gli altri vantaggi, la possibilità di utilizzare il disco fisso insieme al DVD consentirà di ridurre i tempi di caricamento. E per il futuro si attendono i mondi online di Final Fantasy XI. Il gioco, che supporterà sia le connessioni tradizionali a 56K e quelle a banda larga, sarà pronto per il marzo del 2002 e potrebbe diventare la killer application della “nuova” PlayStation2. Con oltre 33 milioni di unità vendute complessivamente, Final Fantasy costituisce una franchigia multi-miliardaria. Il lancio di Final Fantasy X coincide con l’introduzione nelle sale cinematografiche del film Final Fantasy: The Spirits Within, un kolossal in computer grafica costato oltre 130 milioni di dollari.

Nel frattempo, la rivista nipponica Famitsu ha comunicato dopo la recente riduzione di prezzo al pubblico di PlayStation2, le vendite della console Sony in Giappone sono aumentate significativamente. Tra il 25 giugno e il 1 luglio, sono state commercializzate poco meno di 78,000 nuove console. PlayStation2 è seconda solo a Game Boy Advance. Per soddisfare la domanda di hardware e nel contempo ridurre le spese di produzione, Sony inoltre ha annunciato l’apertura di una nuova fabbrica in Cina che dovrebbe garantire un output di 400,000 console al mese.

Sega intanto…

Per soddisfare la domanda di console Dreamcast, ufficialmente uscita di produzione lo scorso marzo, Sega of Japan introdurrà sul mercato una versione a tiratura limitata, denominata R-7 Dreamcast (“R” sta per “Regulations”). Il modello, originariamente distribuito nelle sale giochi nipponiche nel marzo del 2000 come terminale pachinko, sarà offerto al pubblico a partire dal 6 settembre prossimo al prezzo di 9900 yen. L’introduzione di R-7 Dreamcast coinciderà con quella di ShenMue II, secondo capitolo del cinematic RPG di Yu Suzuki. Il gioco occuperà addirittura 4 GD-ROM. Sega ha reso noto che intende pubblicare altri quattordici episodi di ShenMue. Il gioco includerà il demo dell’atteso Virtual Fighter 4, previsto in sala giochi e per PlayStation2. Sega e ISAO network, intanto, hanno annunciato che ridurranno progressivamente il servizio di gaming-online per Dreamcast. Quattro server dedicati a Virtual On Oratorio Tangram, Hanagumi Taisen Columns 2, Let’s Play Pro Baseball Team Net e Sega Professional Tennis: Power Smash saranno interrotti a partire dal primo di settembre. Fino al 31 agosto, gli utenti potranno collegarsi e giocare gratuitamente. Sega e ISAO hanno inoltre reso noto che forniranno accesso gratuito per futuri titoli online per Dreamcast come Atsume Onsen 2 e Sakura Taisen Online.

Infine, Coremagazine, riporta che Kiyoshi Ikehara, Izumi Tsutsui, Masaki Satake e Tatsuya Nishiwaki, tre studenti di ingegneria elettronica dell’università di Nagoya hanno creato un hard disk “artigianale” per Dreamcast. La periferica si collega alla porta modem della console per mezzo di un’interfaccia IDE. Anche se Sega non sa più che farsene di Dreamcast, una parte dell’utenza continua a crederci. Come si dice in questi casi, “The street always finds its own uses“.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.