ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Informatica di base

12 Febbraio 2004

Informatica di base

di

Gli elaboratori elettronici e tutte le altre tecnologie digitali hanno ampliato in maniera sorprendente le nostre capacità e sono ormai diventati strumenti indispensabili per lo studio e il lavoro. Le macchine create dall'uomo, infatti, non si limitano più - come hanno fatto per secoli - ad accrescerne la sola forza bruta: sono i nostri sensi, e addirittura le nostre stesse capacità mentali, che escono enormemente rafforzate dall'uso di questi ormai non più nuovissimi strumenti. Ecco l'introduzione al libro "Informatica di base" di Nazario Renzoni e Andrea Guidi, pubblicato da Apogeo

Oggi siamo in grado di archiviare per tempi pressoché illimitati e riprodurre a prezzi irrisori testi, musiche o filmati, possiamo dialogare e lavorare con persone che vivono in altri continenti inviando loro in pochi secondi documenti di ogni tipo, mentre è assolutamente impressionante la potenza di calcolo di cui disponiamo grazie ai computer. Non stupisce quindi che l’apprendimento delle indispensabili basi teoriche e delle procedure per un corretto utilizzo di queste tecnologie sia diventato un elemento centrale nel curriculum formativo e professionale di qualsiasi persona, indipendentemente dal tipo di studi seguito e dalla professione svolta.

Da alcuni anni i corsi di formazione dedicati all’alfabetizzazione informatica e ai suoi strumenti di base si sono allineati al Syllabus della European Computer Driving Licence Foundation. In parallelo, sono stati pubblicati numerosi manuali per preparare il lettore all’esame per il conseguimento della relativa licenza (la “patente europea del computer” ECDL). Molti di questi manuali sono purtroppo caratterizzati da uno stile piatto e povero e dal pedissequo allineamento ai punti del Syllabus, senza alcuna enfasi sui passaggi più importanti.

La loro lettura rischia spesso di risultare noiosa, riducendosi a un arido elenco di operazioni da eseguire che costringe il lettore a memorizzare meccanicamente i contenuti, senza in realtà fargli comprendere le ragioni profonde di tecniche e strumenti, e di conseguenza senza fargli acquisire una vera padronanza dei software presentati.

Al contrario di questi manuali, il nostro volume – basato su una decennale esperienza degli autori sia come formatori che come professionisti del settore informatico -, pur toccando tutti i punti previsti dall’ultima versione del Syllabus (la 4.0), è caratterizzato da uno stile discorsivo e leggero, non scevro da note di tipo storico, filologico o più in genere culturale. Soprattutto, gli argomenti (aggiornati alle più recenti versioni delle tecnologie sia hardware che software) vengono presentati in una successione naturale, non vincolata alla rigida struttura del Syllabus, ponendo così nel giusto rilievo quelli più importanti e mantenendo viva l’attenzione del lettore.

Nonostante (o forse grazie a) questo, il libro può essere utilizzato come manuale per il conseguimento della licenza ECDL. A questo proposito, abbiamo riportato in margine al testo puntuali riferimenti ai singoli argomenti del Syllabus.

Contenuti

Nel primo capitolo, suddiviso in due parti, forniremo un’ampia introduzione alle basi teoriche delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (meglio note anche in italiano con l’acronimo ICT, da Information and Communication Technologies). In particolare, analizzeremo la struttura hardware e software degli elaboratori digitali e ne vedremo le applicazioni più significative nella nostra società, soffermandoci quindi sulle loro principali implicazioni economiche e sociali.

Nel secondo capitolo – interamente dedicato alle interfacce fra uomo e computer – svilupperemo una panoramica sui sistemi operativi per personal computer facendo riferimento al diffusissimo Windows XP. Di questo sistema illustreremo in particolare tutte le funzionalità indispensabili per gestire le varie risorse dell’elaboratore; non mancheranno comunque alcuni accenni alle principali caratteristiche di altri sistemi operativi.

Nei successivi due capitoli tratteremo invece quei software che, assieme a browser e gestori di posta elettronica, sono probabilmente gli applicativi più utilizzati: word processor e fogli elettronici; come prodotti di riferimento verranno considerati Word ed Excel di Microsoft Office XP, ampiamente diffusi non solo in ambito professionale, ma anche nei laboratori di scuole e facoltà universitarie. Si tratta come noto di strumenti ormai indispensabili, impiegati universalmente per scrivere e impaginare qualsiasi documento, per impostare tabelle con testi e formule, per disegnare grafici ed effettuare analisi statistiche.

All’inizio del quinto capitolo verranno introdotti i fondamenti teorici dei sistemi di gestione delle basi di dati, illustrandone la struttura logico-matematica e le possibili aree applicative. Queste nozioni verranno quindi messe in pratica grazie a un ulteriore “modulo” di Office – Access – con il quale creeremo una piccola base di dati di cui definiremo le varie componenti e su cui effettueremo ordinamenti e ricerche, report di stampa e maschere di immissione dati.

Nel successivo capitolo mostreremo invece come utilizzare il computer nella realizzazione di conferenze e lezioni, relazioni finanziarie e manifestazioni pubblicitarie grazie agli strumenti di presentazione multimediale quale Microsoft PowerPoint.

Tutti questi software – elaboratori di testi e fogli elettronici, gestori di basi di dati e strumenti di presentazione – possono essere utilizzati, fra l’altro, per realizzare specifiche pagine Web da inserire in Internet.

Termineremo quindi affrontando proprio i vari aspetti di Internet e analizzando le funzionalità che ne fanno, oltre che uno strumento di studio e di lavoro, anche un piacevole compagno nel proprio tempo libero. In particolare, nella prima parte dell’ultimo capitolo, dopo un’introduzione sulla struttura della Rete delle reti, apprenderemo le tecniche di navigazione presentando l’ambiente offerto dal browser oggi più diffuso: Internet Explorer.

Illustreremo quindi l’impiego dei principali cataloghi e motori di ricerca in Rete, gli strumenti indispensabili per poter reperire in tempi brevi quanto ci interessa da quell’infinita Babele di dati che è Internet. Nella seconda parte tratteremo invece la posta elettronica: invio, ricezione e organizzazione di messaggi e allegati con Microsoft Outlook Express.

Per concludere, last but not least, desideriamo esprimere tutta la nostra riconoscenza ad Alberto Kratter Thaler e Giovanni Malafarina, che con idee, suggerimenti e critiche sempre puntuali hanno contribuito in maniera determinante alla nascita di questo libro. Un grazie di cuore va anche all’intero staff editoriale di Apogeo per la fiducia accordataci e per la pazienza con cui ha sopportato i nostri cronici ritardi.

Nazario Renzoni e Andrea Guidi

Il libro “Informatica di base” è disponibile nelle migliori librerie e può essere acquistato online

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.