Home
Infomobility il wireless protagonista sull’auto

23 Novembre 2001

Infomobility il wireless protagonista sull’auto

di

La telematica applicata ai trasporti sembra diventare una delle frontiere principali del wireless e dell'elettronica. Inoltre questa settimana:- il wireless supererà presto le comunicazioni fisse- in Europa diverse strategie per il mobile gaming- Urban diary, gli sms diventano installazione metropolitana- il punto sul GPRS

Infomobility il wireless protagonista sull’auto

La telematica applicata ai trasporti sembra diventare una delle frontiere principali del wireless e dell’elettronica, con già diverse applicazioni diffuse, dai navigatori satellitari ai cruscotti sempre più intelligenti.

Le auto che già oggi sono in qualche modo on line in Italia sono circa 25 mila, ma entro dieci anni le spese per la telematica da automobile raggiungeranno il 50% delle spese totali sostenute per l’auto.

All’infomobility, le tecnologie di comunicazione applicate ai trasporti, sarà dedicata dal prossimo anno una rassegna speciale contestualmente al Salone Internazionale dell’Auto di Torino presso il Lingotto, che l’anno scorso aveva già ospitato ITS, convegno mondiale sui sistemi di trasporto intelligenti.

Secondo il Telematics Research Group nel 2006 negli Stati Uniti il 21% degli americani avrò auto dotate di strumenti telematici avanzati. Si parla di diagnostica remota, sistemi di sicurezza, informazioni per la guida, ecc.

Una recente indagine di Gartner afferma che il 50% degli americani usa il cellulare mentre sta guidando, ovviamente con auricolare essendo negli Stati Uniti molto severa la multa per chi trasgredisce la legge che impedisce di usare l’apparecchio telefonico durante la guida.

Molti produttori di auto stanno cominciando a costruire prototipi sempre più interconnessi. Per esempio Chrysler ha recentemente annunciato un modello implementato con Bluetooth per comunicazioni mobili, Ford ha stretto una joint venture con Qualcomm proprio su questi temi. Ford e Volvo lavorano con Vodafone per fornire assistenza alla guida, al viaggio, informazioni meteo e sul traffico.

OnStar’s “Virtual Advisor” è un sistema implementato su modelli General Motors che da accesso a informazioni finanziarie, sportive, oroscopo e altre informazioni personali (400 dollari di costo). Servizi analoghi sono in via di sviluppo presso MobileAria e Mobile Productivity Center. Anche la Palm sta lavorando per incrementare le possibilità voice dei dispositivi wireless.

Il wireless supererà presto le comunicazioni fisse

Secondo un’indagine condotta dalla società di ricerca Arthur D. Little, in pochi anni le comunicazioni wireless supereranno in quantità e qualità quelle fisse.

Sono state coinvolte nell’indagine 100 aziende impegnate nella tecnologia wireless (reti, batterie, devices, ecc) e di queste l’86% afferma che sicuramente entro dieci anni il mobile dominerà le comunicazioni. Di queste il 19% prevede tale sorpasso già entro i prossimi tre anni e il 38% nei prossimi cinque.

Il problema della sicurezza dei dati sembra essere quello più strategico, ma anche la tecnologia delle batterie avrà un ruolo molto importante per la telefonia di terza generazione.

Dall’indagine è anche emerso che molte aziende stanno investendo in comunicazioni mobili differenziate, cioè su diversi dispositivi. Le ricerche di mercato indicano infatti che gli utenti preferiscono utilizzare diversi dispositivi per le diverse funzioni e non integrare tutte le funzioni in un unico strumento.

In Europa diverse strategie per il mobile gaming

Il mobile gaming dovrà mettere in campo diverse strategie nei vari paesi europei per raggiungere il successo. Questo è ciò che emerge da uno studio di Forrester Research.

Le differenze culturali, di mercato e di utilizzo della tecnologica suggeriscono, secondo la società di ricerca, lo sviluppo di campagne marketing molto differenziate da paese a paese. L’Europa sarebbe un mercato molto più complesso di altri su questo segmento tecnologico.

In Germania, Austria, Svizzera e Belgio si registra, per esempio, una forte penetrazione delle console per videogiochi. In Gran Bretagna, Irlanda, Scandinavia e Italia sono affermati soprattutto Nintendo e Electronic Arts, quindi il pubblico sembra più pronto ad acquistare versioni mobili di queste marche, piuttosto che altre.

A seconda delle diverse situazioni tecnologiche e culturali si dovranno inoltre calibrare, secondo Forrester, le modalità di pagamento dei giochi, il tipo di giochi, il livello di condivisione in rete e gli elementi community.

Urban diary, gli sms diventano installazione metropolitana

Berlino crea un progetto che fa della comunicazione mobile una forma di arte metropolitana, inventando un nuovo modo di comunicare con gli SMS.

Si tratta di un progetto chiamato “Urban Diary” in base al quale i berlinesi possono leggere una serie di messaggi proiettati su uno schermo gigante nella stazione metropolitana Alexanderplatz nel centro della città. Da questa settimana fino a febbraio.

I mittenti di messaggini possono infatti inviare i propri testi ad un centro di raccolta che poi li proietta su un maxischermo urbano visibile a tutti. Una volta stabilito che non si tratta di un SMS offensivo o volgare, il messaggio viene reso pubblico dopo 24 ore.

Le comunicazioni interpersonali diventano quindi un’installazione metropolitana, polso delle comunicazioni nella città, dei modi di parlare via sms, dei sentimenti e dei pensieri dei cittadini. Diario della vita wireless di Berlino, celebrazione della comunicazione in una città che è stata per anni lacerata dall’impossibilità di comunicare tra le persone.

Il punto sul GPRS

Il GPRS stenta ancora a decollare nel nostro paese. La situazione di incertezza in merito all’UMTS (il cui lancio commerciale in Europa slitta al 2003) dovrebbe favorire il GPRS che non è più solo una soluzione di ripiego in fase di transizione.

Ma la situazione dopo quasi un anno dal lancio è sostanzialmente invariata: ad eccezione delle condizioni di copertura della rete, dove vi sono stati progressi, gli utenti ed i servizi continuano a mancare.

I motivi di questo sostanziale flop sono vari: lancio commerciale troppo soft perché la tecnologia è stata fondamentalmente sottovalutata, mancanza drammatica di contenuti, sopravvalutazione dell’UMTS e del suo imminente lancio.

Il GPRS è offerto ancora oggi gratuitamente da tutti e quattro i gestori GSM italiani, le future tariffe per l’utenza consumer non sono ancora state pubblicate ed esistono solo i prezzi per il segmento business.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.