Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
In Francia condannato un ragazzo per contraffazione di software e non per copie musicali

11 Settembre 2001

In Francia condannato un ragazzo per contraffazione di software e non per copie musicali

di

Un uomo di 29 anni è stato condannato dal tribunale di Colmar (Francia) a una multa di 9.900 franchi (circa 2.970.000 lire) per aver piratato e rivenduto alcune centinaia di CD-Rom di giochi ma, e questa è la notizia, è stato dichiarato non colpevole per aver masterizzato CD audio.

L’imputato perseguito per “contraffazione di software” (come riporta un’agenzia della France Presse) e di “vendita di software contraffatto” dovrà risarcire 5 mila franchi al Sindacato degli editori di software di intrattenimento (SELL) e 4.900 franchi a diversi editori di giochi video, che si sono costituiti parte civile.

Il ragazzo era stato scoperto dagli uomini del Rappell (un’associazione per la protezione contro la pirateria dei software), perché offriva i suoi CD a pagamento nei forum di scambio.

Scoperto, era stato imputato di “contraffazione di opere musicali e mancato versamento dei diritti d’autore”, ma l’avvocato è riuscito a convincere il tribunale che il suo assistito copiava musica solo per il suo uso privato ed è stato prosciolto da questo capo d’accusa.

All’AFP, Martine Ricouart-Maillet, avvocato specializzato in questo settore ha dichiarato che questa è un’interpretazione un po’ strana della legge sulla proprietà intellettuale.
“Per principio – spiega l’avvocato – la copia privata non è autorizzata se non si possiede l’originale”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.