ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Il gioco non si acquista, si noleggia online

15 Maggio 2007

Il gioco non si acquista, si noleggia online

di

Il modello di business dell'intrattenimento videoludico sta per cambiare: si parte con il retro-gaming

Il mercato videoludico mondiale è in crescita esponenziale, ma l’aspetto più curioso è che una buona fetta degli introiti è generata dal cosiddetto retro-gaming. A conferma di questo trend vi sono non solo le catene di negozi che offrono ampi cataloghi dell’usato, ma anche l’inatteso successo dei servizi online di Wii (Virtuale Console) e Xbox 360 (Arcade).

Negli Stati Uniti – mercato di riferimento per questo genere – il prezzo di ogni classico è compreso tra i 5 e i 10 dollari. All’orizzonte però si sta profilando un nuovo modello di business che si affida ad abbonamenti flat online. Il sito GameTap, ad esempio, con un mensile all-inclusive di 9,99 dollari permette di giocare a piacimento ad ogni titolo, per quanto tempo si desidera. Essendo disponibili più di 800 titoli, l’offerta è certamente interessante.

La rivoluzione, però, riguarda la possibilità di far giocare gratuitamente i clienti a titoli di rilievo, come Metal Slug, Joust, e Rampage. Come? Grazie alla pubblicità. Insomma l’obiettivo è di attirare il grande pubblico – per ora nord-americano, ma entro fine anno anche europeo – e quindi spremere gli inserzionisti.

«Stiamo aprendo a milioni di utenti per offrire giochi gratuiti e contenuti originali», ha dichiarato Stuart Snyder, vice-presidente di GameTap. «Di fatto espandendo la nostra offerta, stiamo proponendo agli appassionati nuove possibilità di gioco».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.