Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Il blackout del 14 agosto negli Usa causato da un virus informatico?

16 Settembre 2003

Il blackout del 14 agosto negli Usa causato da un virus informatico?

di

Il 14 agosto gli Stati Uniti conoscono uno dei più grandi blackout di energia della loro storia. La costa orientale e il Canada rimangono senza energia elettrica per molte ore a causa di un inspiegabile problema.

Secondo un rapporto pubblicato la settimana scorsa, la causa principale sarebbe un virus informatico. Molti dei sistemi informatici creati per controllare la rete elettrica nord americana, avrebbero ceduto per la mancata circolazione di informazioni nelle ore a ridosso del blackout.

Secondo un giornale di Cleveland, i guai tecnici sollevano domande sul numero di interruzioni che si sono succedute nella stessa giornata. Il 14 agosto, infatti, il sistema di sorveglianza della rete elettrica del Midwest, avrebbe avuto molte interruzioni.

Così, si fa strada tra le autorità la convinzione che possa trattarsi di un virus informatico ad aver causato alcuni blocchi.

La trascrizione di telefonate di manutentori rivelerebbe che i gruppi di sorveglianza della rete elettrica nel Midwest avrebbero cessato di funzionare per almeno tre ore il giorno del mega-blocco energetico ma, spiega il giornale, non si è ancora venuti a capo del blocco del sistema di comunicazione.

Il dubbio ha spinto le autorità ad aprire un’inchiesta per scoprire se la rete elettrica è vulnerabile ad attacchi di pirati informatici o di terroristi.

Dal lato canadese, invece, si esprime cautela su questa possibilità. Lo ha detto il ministro canadese per le Risorse naturali che ha sostenuto che è ancora troppo presto per affermare che un blocco informatico abbia potuto avere un peso nel blackout.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.