RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
I giornali online americani contro i pop-up parassiti

03 Luglio 2002

I giornali online americani contro i pop-up parassiti

di

I quotidiani online americani scendono in guerra contro i “parassiti”, aziende che sfruttano il loro lavoro “per farsi i soldi”. Tutti in tribunale contro Gator, un’azienda pubblicitaria che fa comparire finestre a “pop-up” mentre gli internauti visitano i siti dei giornali.

New York Times, Wall Street Journal, Washington Post e USA Today hanno portato alla sbarra Gator e il suo famigerato software di pop-up, accusandoli di “parassitare Internet a scapito del contenuto dei siti degli altri”.

La causa è stata portata davanti a un tribunale di Alexandria, in Virginia e hanno chiesto un’ingiunzione oltre ai danni che non sono ancora stati quantificati. “Noi indaghiamo per raccogliere le informazioni e creare un sito attraente – spiega l’avvocato dei giornali, riportato dalla Associated Press – Gator, senza fare investimenti comparabili, raccoglie i profitti”.

Gator è un’azienda californiana con sede a Redwood City e vanta 22 milioni di utilizzatori e 400 inserzionisti. Gli utenti Internet ricevono il software pubblicitario di Gator quando installano altri programmi. Ad esempio quando compilano formulari o registrano password.
Da quel momento, gli internauti vedono comparire all’improvviso finestre pubblicitarie sul loro monitor mentre navigano sul Web: una cosa che da fastidio ai giornali online, che hanno strappato con i denti contratti pubblicitari e non navigano certo nell’oro, a fronte di grossi investimenti e sacrifici del personale.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.