Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti
Home
Google chiede regole condivise per la privacy

19 Settembre 2007

Google chiede regole condivise per la privacy

di

Google ha proposto alla conferenza Unesco un progetto globale sulla privacy

Durante l’ultima conferenza dell’Unesco, in svolgimento in Francia, Google ha proposto che i vari garanti nazionali per la protezione della privacy sottoscrivano un documento comune. Una sorta di carta dei diritti globale che indichi con precisione i principi condivisi per la difesa della privacy.

Peter Fleischer, consigliere di Google per riservatezza dei dati, ha fatto un chiaro riferimento al documento-quadro dell’Apec (Cooperazione Economica Asia-Pacifico). Una soluzione che di fatto si propone di standardizzare i metodi di utilizzo dei dati personali nel contesto commerciale, e non solo.

Il documento Apec, al momento, è stato siglato da paesi come l’Australia e il Vietnam, lontanissimi come cultura, ma uniti dall’esigenza di far fronte al problema della privacy. «Se sui principi della privacy possono convenire paesi così diversi, pensiamo che questo sia un modello per il resto del mondo», ha dichiarato Fleischer a Reuters. «In genere quel che vediamo è una mancanza di standard sulla privacy. Ogni volta che una persona usa una carta di credito, le sue informazioni posso attraversare i confini di sei o sette paesi».

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.