RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Google bombing: una nuova forma di diffamazione online?

01 Ottobre 2004

Google bombing: una nuova forma di diffamazione online?

di

Google bombing è una nuova espressione, appositamente coniata per indicare una pratica ultimamente in auge: associare un nome o un aggettivo denigrante a un determinato sito su un motore di ricerca.

Il Google Bombing consiste, appunto, nella creazione di moltissimi link ipertestuali verso un determinato sito Web. Non si tratta, però, di comuni collegamenti online; questi vengono infatti associati a una parola o un aggettivo o, ancora, un’espressione provocatoria, denigrante.

Quando qualcuno effettua una ricerca su un motore tipo Google per queste parole infamanti, il sito preso di mira appare in testa nei risultati.

Sono molte le personalità che hanno già fatto le spese di questa pratica. Il presidente Bush, ad esempio, ne è stato vittima alla fine del 2003, messo alla berlina dagli oppositori alla guerra in Iraq. Ancora oggi, digitando nel campo di ricerca di Google l’espressione “miserable failure“, il risultato che compare in primissima posizione è il link al sito della Casa Bianca, per la precisione alla pagina con la biografia del presidente.

All’inizio del 2004 fu, invece, la volta del sito Internet del deputato francese Jean Dionis du Séjour, relatore del progetto di legge sull’economia digitale, che compariva su Google, digitando le parole “Député Liberticide”.

Più di recente, sempre in Francia, la parola “magouilleur” (intrallazzatore) è stata associata al sito Web dell’Eliseo e, più precisamente, alla biografia di Jacques Chirac. In quest’ultimo caso, Google pare però avere eliminato lo scomodo risultato. Ormai, quando si effettua una ricerca sul motore leader di mercato utilizzando la parola chiave “magouilleur”, il sito dell’Eliseo non compare più.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.