ULTIMI 4 POSTI

Corso | LANGUAGE DESIGN: PROGETTARE CON LE PAROLE | Milano 28 ottobre

Iscriviti ora
Home
Ginger, la rivoluzione mondiale?

16 Gennaio 2001

Ginger, la rivoluzione mondiale?

di

Nessuno (o quasi) sa cosa sia, ma tutti ne parlano. Ginger, una nuova invenzione ultra segreta più rivoluzionaria di Internet o del Pc, è un bluff o una vera rivoluzione?

Quelli che hanno potuto vedere Ginger, hanno creato sconquasso su Internet.
Tanto che Steve Jobs, presidente della Apple ha dichiarato che “se un numero sufficiente di persone vedesse la macchina, non ci sarebbe bisogno di convincere con articoli nessuno nelle città intorno. Farebbe tutto da sola”.

Jeff Bezos, patron di Amazon rincara la dose: “Questo prodotto è così rivoluzionario, che non ci sarebbe nessun problema a venderlo. Il problema, piuttosto, è sapere se le persone avranno il diritto a utilizzarlo”.

Un giornalista che ha potuto vedere questa meraviglia, ha ottenuto per scrivere un libro su questo, un anticipo di 250 mila dollari dal suo editore.
Su Internet, poi, i forum si moltiplicano, come le speculazioni intorno a questa “cosa”.

Cosa, perché di Ginger non si sa pressoché nulla, se non qualche informazione.
Non è un’invenzione medica, si assembla molto facilmente e ha un lato “divertente” perché, una volta messo in azione, avrebbe fatto ridere Jeff Bezos.

Questo è tutto. Il resto è fantasia e speculazione, soprattutto quando si parla di un’invenzione “che potrebbe sommergere il pianeta, cambiare le vite, le città e la maniera di pensare”, che avrebbe un grande impatto sulle grandi imprese, che sarebbe un prodotto di largo consumo attorno al quale si dovrebbero ripensare le città.

Tutto questo, mentre l’inventore, Dean Kamen (ha inventato anche la pompa per l’insulina) e alcuni iniziati tengono il segreto al calduccio.
Uno dei supposti membri dell’équipe di Kamen, si butta sull’esoterismo: “Se avessi inventato il metallo e venissi da voi con una padella, quale tra il metallo o la padella sarebbe l’invenzione più grande? Ecco l’equazione alla base del mistero di Ginger”.
Spiritoso!

C’è un’ipotesi che va per la maggiore. E cioè che Ginger non sarebbe altro che un modo di trasporto rivoluzionario, una specie di scooter monoposto.
I difensori di questa tesi si appoggiano a un documento depositato il 14 dicembre 2000, sul sito dell’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale.
Tutto qui?

Dean Kamen, dal canto suo, cerca di smorzare i toni.
Sul suo sito aziendale, pubblica un comunicato nel quale spiega che lavora “su qualcosa di promettente, ma niente che possa far tremare la terra”, come sembrano far pensare le ipotesi.

In ogni caso, grande o piccola rivoluzione che sia, verrà svelata il prossimo anno: tanto rumore per nulla?

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.