RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Finché c’è Via c’è speranza

21 Febbraio 2002

Finché c’è Via c’è speranza

di

Un chipset a 333Mhz finalmente stabile ed economico

Via è accorsa prontamente al capezzale dei “disperati” fan di AMD, creando un chipset in grado di gestire al meglio le nuove memorie DDR 333, sempre che se ne trovino sul mercato.
Da poco è sul mercato il nuovo KT333, studiato appositamente per gli AMD Athlon ad altissime prestazioni; in verità non sono ancora presenti sul mercato software così pesanti da richiederne l’uso, ma forse è in cantiere qualche videogioco dalle routine grafiche avide di RAM.

Questo nuovo prodotto sfrutta un bus a 333 MHz e quindi può arrivare ad un bandwidth di 2.7 gigabit/s, invece che il classico 2.1 gigabit/s dei sistemi con memoria a 266 MHz. Guardando i meri numeri sembra che questo upgrade hardware abbia poca consistenza prestazionale; in verità eliminare quel fastidioso “collo di bottiglia” creato dall’incessante crescita delle frequenze delle CPU tende ad armonizzare le catene hardware, così da ottenere un maggiore equilibrio nella dinamica di processing e transferring.
Per completare la descrizione tecnica del KT333 non si può dimenticare il supporto per gli hard disk ATA133: una scelta consolidata dal fatto che il Serial ATA sarà sul mercato solo fra 9/12 mesi.

Secondo James Campbell, manager del marketing Via, il KT333 deve essere solo considerato un’evoluzione del KT266, per la continuità tecnologica espressa e la leggera variazione di bandwidth. Un altro aspetto da considerare riguarda il contenimento dei costi di produzione e quindi il conseguente economico prezzo di mercato.
Gli specialisti del settore sono molto interessati al nuovo KT333 soprattutto per i numerosi problemi riscontarti nelle versioni Beta precedenti alla release ufficiale. Alcune motherboard 333MHz non digerivano la presenza di più di due banchi di memoria e reagivano con scomodi effetti collaterali, come quello di sfruttare le memorie solo a 266 MHz. Il tutto però sembra essere stato risolto brillantemente e, così, si giustifica anche il ritardo del lancio sul mercato consumer.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.