Home
Facebook cavalca il business 2.0

17 Ottobre 2007

Facebook cavalca il business 2.0

di

Su Facebook è iniziata la corsa allo sviluppo indipendente di widget

Facebook, la nota piattaforma di social networking, non solo permette di tenersi in contatto con amici e colleghi, ma anche di generare denaro se si sviluppa autonomamente l’applicazione giusta. Apparentemente sembrerebbe un clone di altre piattaforme, in realtà il valore aggiunto è che dalla scorsa primavera le sue API (Application Programming Interface) sono state rese disponibili agli sviluppatori indipendenti.

Questo ha fatto crescere vertiginosamente il numero di tool e mini-applicazioni compatibili: in pratica al momento è possibile disporre di più di quattro mila widget. La pubblicità e la vendita a venture capitalist di queste soluzioni ha iniziato a generare introiti non indifferenti.

Insomma, oltre alle classiche funzioni che si possono trovare su MySpace, su Facebook si può: creare una rete con i propri amici e colleghi utilizzando la mail interna, la messaggistica privata e le discussioni pubbliche; aggiornare il proprio status e la propria presenza utilizzando sia servizi proprietari che di terze parti tipo Twitter; attivare live chat e telefonare con Skype con un solo click; importare, condividere video e creare album fotografici e slide show; esportare funzionalità e contenuti da un profilo all’altro.

Le potenzialità, quindi, ci sono tutte. Per questo motivo nel settembre scorso hanno iniziato a circolare voci di un interessamento da parte di Microsoft e Google. Da Redmond pare essere arrivata un’offerta di circa 500 milioni di dollari per il 5% delle azioni della piccola società.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.