RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Continua la sperimentazione del processo civile telematico

23 Febbraio 2006

Continua la sperimentazione del processo civile telematico

di

Procedura ancora in fase di test che, una volta a regime, ridurrà sensibilmente i tempi di spostamento degli avvocati

Il mondo di Internet si è arricchito di un ulteriore elemento che contribuisce ad ampliare le funzioni e gli usi del mezzo di comunicazione più all´avanguardia del momento.

È infatti iniziata, a Genova, la sperimentazione del cosiddetto “atto telematico” che ieri ha dato il via al suo “tragitto virtuale” partendo dall´avvocato M.F. e giungendo al Tribunale Civile di Genova per ritornare al punto da cui era partito, provvisto di firma digitale.

Ciò è avvenuto nell´ambito della sperimentazione nazionale, all´interno delle sedi prescelte, del processo civile telematico.

Cosa è avvenuto in particolare? Si tratta di un decreto ingiuntivo emesso dal presidente del Tribunale di Genova che, dopo un´ora e mezza circa dalla richiesta da parte dell´avvocato M.F., è ritornato a quest´ultimo che ha così potuto estrarre le copie autentiche del decreto per notificarle.

La richiesta del decreto è partita via telematica dall´avvocato, sottoscritta con firma digitale dello stesso, ed è stata inoltrata a Napoli, al punto di accesso nazionale della sperimentazione, che ha timbrato virtualmente l´atto di avvenuta ricezione del documento.

Da qui è stato inoltrata a Genova, al Tribunale Civile, che, confermandone il ricevimento, l´hagirata, sempre in via telematica, al presidente del Tribunale. Questi, accogliendo l´istanza, ha emesso il decreto ingiuntivo con firma digitale.

In breve tempo la procedura è stata completata e l´avvocato ha così potuto procedere alla notifica al debitore delle due copie autentiche del provvedimento.

Adesso, altri avvocati genovesi si potranno avvalere di questi “atti telematici” che, una volta a regime, permetteranno sia a loro sia ai magistrati di ridurre i tempi di spostamenti fisici e cartacei.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.