Home
Consuntivo di fine anno per Linux e open source

16 Gennaio 2002

Consuntivo di fine anno per Linux e open source

di

Panoramica su un 2001 sempre vivace, pur nel riflusso dell'intero settore.

È sempre interessante ripercorrere quanto accaduto nell’anno che ci apprestiamo a salutare. Anche per il mondo del pinguino e affini, dunque, ecco una panoramica generale su eventi e persone. La propone lo staff di Linux World News, che ha redatto un “timetable” assai comprensivo. Qui di seguito alcune segnalazioni riprese da tale elenco, suddivise per mese, mentre è ovviamente disponibile la versione integrale inglese.

Gennaio 2001:
Il kernel 2.4.0, lungamente atteso, viene finalmente diffuso il 4 gennaio.
Linuxcare e Turbolinux annunciano la prossima fusione, operazione che al momento appare promettente ma che verrà poi abortita.
Corel annuncia la vendita della propria unità Linux, anche se ciò si concretizzerà soltanto dopo molti mesi.
A New York e a Parigi si aprono contemporaneamente le rispettive edizioni della LinuxWorld Conference & Expo.

Febbraio:
La tedesca SuSE, che aveva appena prodotto la versione 7.1 come prima distribuzione basata sul nuovo kernel 2.4, riduce drasticamente l’organico operante in USA per risparmiare sui costi.
Anche Turbolinux licenzia circa un terzo dello staff, e rinuncia alla prevista IPO per l’entrata a Wall Street.
Jim Allchin di Microsoft definisce ‘un-American’ il free software (no comment).

Marzo:
Nasce la Python Software Foundation, allo scopo di salvaguardarne il copyright e stimolarne l’attività futura.
Eazel manda a casa metà del personale, mentre SuSE sostiene di coprire il 48 per cento del mercato statunitense al dettaglio.
Red Hat lancia i servizi a pagamento del Red Hat Network e annuncia il pareggio del bilancio relativo al quarto trimestre 2000 (pur a fronte di perdite superiori ai 24 milioni di dollari).
Si tiene a San Josè il summit per la messa a punto del kernel 2.5, forse il raduno più completo della storia in quest’ambito.

Aprile:
Il virus Adore attacca i sistemi Linux, ma sono minacciati soltanto quelli già colpiti in precedenti occasioni.
Chiude SourceXchange, altro esperimento autogestito per lo sviluppo di free software.
Vengono diffusi Hard Hat Linux 2.0 (da MontaVista Software), Apache 2.0 beta, Python 2.1, Red Hat Linux 7.1 e Mandrake Linux 8.0.
Secondo l’agenzia IDC, complessivamente il settore della distribuzione Linux nel 2004 supererà i 4 miliardi di dollari — dieci volte il livello raggiunto nel 1999.
Caldera licenzia il 17 per cento dello staff, mentre VA Linux preannuncia ulteriori dati negativi per il prossimo bilancio trimestrale.

Maggio:
Turbolinux e Linuxcare fanno marcia indietro sull’annunciata fusione, lo stesso dicasi per EBIZ e Linux NetworX.
Muore anche Eazel, impossibilitato a rimediare ulteriori finanziamenti.
EBIZ annuncia una perdita di quasi 10 milioni di dollari, MontaVista riduce del 20 per cento la forza-lavoro e MandrakeSoft licenzia 25 dipendenti, incluso il CEO Henri Poole.

Giugno:
Sharp segnala il prossimo lancio di un PDA basato sul sistema Embeddix di Lineo.
Nasce la TV Linux Alliance, per la promozione di set-top box che girano su Linux.
Red Hat lancia nuovi servizi di consulenza per aziende che intendano migrare su Linux, oltre all’avvio del Red Hat Database.
Secondo IBM, sarebbero oltre 2.300 le applicazioni commerciali basate su Linux.

Luglio:
Ximian lancia il progetto ‘Mono’, mirato alla creazione di una piattaforma.NET aperta e gratuita.
Dmitry Sklyarov viene arrestato nel corso di una conferenza hacker a Las Vegas, dopo le lamentele di Adobe sull’Advanced eBook Processor.
L’Università di Tokyo realizza un robot umanoide potenziato da Linux.
MandrakeSoft entra in borsa a Parigi, nell’EuroNext Marché Libre, incassando 4,3 milioni di Euro.

Agosto:
Dmitry Sklyarov viene rilasciato su cauzione, ma deve rimanere in California.
Lineo ottiene investimenti pari a 20 milioni di dollari, mentre Penguin Computing licenzia un quarto dei dipendenti.
VA Linux Systems perde 267 milioni di dollari nel quarto trimestre fiscale, in gran parte per il passaggio dal settore hardware a quello software, e annuncia il lancio di una versione proprietaria di SourceForge.
SuSE viene salvata in extremis dalla bancarotta grazie a un’iniezione di contante offerta da IBM e altri.

Settembre:
Lineo licenzia 60 persone, EBIZ Enterprises va in bancarotta.
Red Hat riporta una perdita di 55 milioni di dollari per l’ultimo trimestre.
Vengono lanciati Mandrake Linux 8.1 e StarOffice 6.0 beta.

Ottobre:
SuSE mette insieme investimenti pari a 14 milioni di dollari, ma licenzia 120 dipendenti.
LinuxDevices.com si separa da CNet e torna a operare come sito indipendente.
Arrivano GNU Emacs 21.1, Red Hat Linux 7.2 e SuSE Linux 7.3.
Grazie al passaggio su Linux, Amazon dichiara di risparmiare diversi milioni di dollari.

Novembre:
Sharp lancia il modello PDA Zaurus basato su Linux.
IBM entra nel settore dei ‘cluster’ Linux.
Viene rilasciato il kernel 2.5.0.

Dicembre:
Ribaltando una precedente sentenza, una corte distrettuale dichiara illegale la presenza di link che rimandano al programma DeCSS.
Richard Stallman e Linus Torvalds si aggiudicano il premio Takeda 2001.
VA Linux Systems diventa VA Software, mentre
Caldera annuncia perdite per oltre 7 milioni di dollari.
A seguito di un forzato ‘patteggiamento’, le autorità USA fanno cadere le accuse contro Dmitry Sklyarov.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.