FINO AL 30 SETTEMBRE TUTTI GLI EBOOK COSTANO LA METÀ

Scegli il tuo ebook e risparmia!
Home
«Comincia la rivoluzione della normalità»

04 Novembre 2009

«Comincia la rivoluzione della normalità»

di

Viaggio emotivo nel pop contaminato. La questione omosessuale è sdoganata, spiega il direttore di Gay.tv Giuliano Federico. Ora la sfida è uscire dai recinti

Per ogni canale di comunicazione che si crea diminuisco le possibilità di annoiarsi ascoltando canzoni che il compianto Vittorio Salvetti, storico patron del Festivalbar, avrebbe definito tormentone.

Non esiste più il motivetto. Esistono tanti motivetti a tempo, sempre di più, con il beat che dalla rete parte. L’estate appena salutata sarà ricordata, probabilmente, come lo stargate dei Gossip. La band capeggiata dalla giunonica Beth Ditto prima della pubblicazione di Heavy Cross era solo la punta di un iceberg. Dietro di lei tanti progetti rock che con il mainstream si conciliano pochi.

Davanti, però, una speranza. La rete ha, infatti, aiutato Beth ad emanciparsi. Di distinguersi. Non solo perché esteticamente rappresenta una bellezza diversa.

Internet ha aiutato Beth ad essere lesbica. O meglio. La sua storia, di cui in rete già si disquisiva da anni, è stata d’aiuto ad altre persone non eterosessuali per vivere meglio.

Anche di questo abbiamo parlato con il direttore di GAY.tv Giuliano Federico.

Oggi, più che mai, bisogna provare ad allargare la visuale verso i media più alternativi (se così si devono definire) per capire che Maicol (il concorrente omosessuale e dichiarato del Grande Fratello) non rappresenta tutti. Anzi.

L’intervista integrale è disponibile su YouTube:

§

Gli ospiti di aPOPgeonline, viaggio emotivo nel pop contaminato: Matteo B Bianchi (15 ottobre, letteratura), Alessandro Zaccuri (21 ottobre, catto-pop), Simon Beckerman (28 ottobre, indie).

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.