OFFERTA DEL GIORNO

Google AdWords in ebook a 4,99€ invece di 14,99€

Risparmia il 67%
Home
Call Waiting su Internet via MSN

03 Novembre 1999

Call Waiting su Internet via MSN

di

Grazie a un accordo appena annunciato tra Microsoft e Nortel, gli utenti di MSN nelle aree di Atlanta, San Diego e Seattle avranno accesso a un servizio del tutto innovativo: il cosiddetto Internet Call Waiting. In pratica tali utenti potranno ricevere le normali chiamate telefoniche pur restando collegati a Internet sulla medesima linea. Per sopperire alla possibilità di essere disconnessi e/o di mancare importanti telefonate in entrata, il servizio consente anche la notificazione di chiamata e altre funzionalità gestionali. Sempre restando collegati a Internet, si potrà così veder apparire sul monitor una finestra che offre numero telefonico e nome del chiamante, consentendo di rispondere al telefono o sullo schermo o di inoltrare la telefonata da un altro numero o ancora di replicare con un messaggio generico o personalizzato.

Un servizio che verrà mano a mano esteso alla massa di utenti casalinghi, dove dovrebbe trovare indubbio successo, evitando la necessità di installare una seconda linea separata. Nei prossimi mesi Microsoft offrirà l’Internet Call Waiting nelle maggiori 50 aree metropolitane degli Stati Uniti. Secondo gli esperti, tuttavia la tecnologia attirerà quanto prima anche la piccola imprenditoria e i tele-lavoratori. International Data prevede che entro il 2003 saranno oltre 21 milioni le abitazioni USA provviste di tali servizi.

L'autore

  • Bernardo Parrella
    Bernardo Parrella è un giornalista freelance, traduttore e attivista su temi legati a media e culture digitali. Collabora dagli Stati Uniti con varie testate, tra cui Wired e La Stampa online.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.