OFFERTA DEL GIORNO

Tabelle pivot con Excel in ebook a 3,99€ invece di 9,99€

Risparmia il 60%
Home
Banda larga: sarà per pochi

26 Aprile 2001

Banda larga: sarà per pochi

di

Nel 2005 in Europa solo il 14% delle famiglie adotteranno la banda larga. È il risultato di una ricerca condotta da Jupiter MMXI

La banda larga costa troppo. Questo uno dei fattori principali che condizioneranno la diffusione di questa tecnologia in Europa. Attualmente, i costi di connessione ammontano a circa 400 mila lire, cui si sommano in media altre 100 mila lire mensili per l’abbonamento.

Tra gli altri ostacoli si evidenziano la scarsa competizione tra operatori e la bassa domanda da parte dei consumatori. Lo rivela uno studio di Jupiter MMXI sull’evoluzione della tecnologia di trasmissione veloce nel nostro continente.

I risultati della ricerca sono in controtendenza con quanto invece prevedono oggi alcuni studi di mercato. Jupiter MMXI rivela che il passaggio alla banda larga sarà graduale e lento: nel 2005 solo il 14% delle famiglie europee utilizzerà questa tecnologia.

Probabilmente, un ulteriore freno all’espansione della banda larga tra gli utenti europei è costituito dalla scarsa percezione dei vantaggi reali della nuova tecnologia. I consumatori sembrano rendersi conto solo dei benefici legati alla connessione a Internet, mentre sottovalutano il potenziale della banda larga in fatto di video on demand, download musicale di qualità, videogiochi in rete, acquisto di software, e-book e corsi di formazione online. La sfida tra i fornitori è dunque quella di creare la domandi di consumatori tramite l’informazione sui benefici effettivi della banda larga.

I 4000 consumatori europei, intervistati per l’indagine, hanno mostrato proprio questa mancanza di conoscenza rispetto al potenziale della tecnologia. Il motivo per cui la maggior parte degli utenti installerebbero la connessione a banda larga risponde all’esigenza di tenere libera la linea telefonica. Un utente su tre vorrebbe la banda larga per un accesso veloce alla Rete; il 29% ne evidenzia il vantaggio per il download di software.

Secondo le previsioni di Jupiter MMXI, saranno i paesi del nord Europa ad adottare la banda larga più rapidamente. In Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca, paesi con la più alta penetrazione di Internet oggi, il 30% delle famiglie utilizzeranno la nuova tecnologia fra cinque anni. Cala la percentuale tra le famiglie di Germania (17%) e Gran Bretagna (15%). Ancora più lenta la crescita in Francia, Italia e Spagna: solo il 10% delle famiglie francesi e italiane saranno collegate da banda larga nel 2005, ancora meno (l’8%) quelle spagnole.

“Gli alti prezzi che oggi vengono fatti pagare per la banda larga – ha dichiarato l’autore della ricerca Staffan Engdegard – fanno sì che la maggior parte dei consumatori siano scoraggiati dall’adottare questa tecnologia. Per attrarre queste persone, le società devono affidarsi a un migliore messaggio di marketing ed essere certe che gli europei comprendano il reale valore aggiunto della banda larga”.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non abbiamo scelto questa formula per prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto la utilizziamo quando pensiamo che non aggiunga valore al testo sapere a chi appartiene la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.