RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Apre oggi lo Smau della fiducia

18 Ottobre 2001

Apre oggi lo Smau della fiducia

di

Nonostante la difficile situazione internazionale, Smau01, che apre oggi i battenti alla Fiera di Milano vuole essere un segnale di fiducia forte e chiaro al mercato e al Sistema Paese

Smau è legato al mondo delle cose concrete: alle aziende, ai prodotti, ai servizi, e per questo può giocare un ruolo di specchio, di catalizzatore, del mercato dell’Information & Communication Technology che sta attraversando un momento difficile. Un ruolo per di più accresciuto dalla sua collocazione temporale: è la più importante manifestazione mondiale dell’ICT che si svolge nella seconda metà dell’anno. Questo la rende nei fatti un palcoscenico internazionale, un osservatorio privilegiato dove sono puntati gli occhi e l’attenzione di tutti coloro, e di certo non solo italiani, che vogliono cogliere sensazioni e tendenze sull’andamento del settore.

“Noi siamo convinti – sostiene il presidente di Smau, Antonio Emmanueli – che i fondamentali dell’economia cosi come la maggior parte delle aziende, soprattutto quelle dell’Information & Communications Technology, siano sostanzialmente sani e dunque vogliamo portare una ventata di motivato ottimismo in un panorama complessivo forse un po’ più depresso del necessario”.
Favorire l’incontro tra domanda e offerta di innovazione è e resta la mission di Smau. E la 38° edizione, che sta per aprire i battenti con oltre 3000 aziende espositrici, rappresenta una parte vitale del Sistema Italia e sarà l’occasione per presentare alla comunità digitale le ultime novità dell’ICT. Soluzioni, prodotti e applicazioni di cui il mondo del business non può non tener conto e fondamentali per le aziende che devono aggiornare continuamente i loro processi se vogliono restare competitive.

“Siamo convinti che da Smau01 – sottolinea Emmanueli – possa giungere il segnale di fiducia che il mercato si aspetta per superare una fase critica nella quale si mescolano fattori di diverso tipo, da quelli più strutturali, a quelli ciclici, a quelli, forse i più preoccupanti, di natura psicologica. Infatti accanto a eventi, anche drammatici che hanno coinvolto le politiche e le economie internazionali non mancano i segnali positivi e le solide realtà”.

Internet continua ad essere un potente mezzo, non il fine, e su questa infrastruttura, le aziende stanno riorganizzando i loro modelli operativi e di comunicazione, mentre una nuova generazione di prodotti sta prendendo corpo in tutti i settori per trarre vantaggio da queste opportunità. Se il mercato dei PC è in calo negli Usa, dove la penetrazione è vicina ai livelli di saturazione, in Europa e in Italia abbiamo assistito nella prima metà dell’anno ad una crescita.

Gli ultimi dati di Smau Eito – l’European information technology observatory – parlano di un + 7% in Europa nel primo semestre del 2001 e in Italia oltre +8%. Nell’ambito Smau01 verranno presentate anche importanti iniziative che riguardano il mondo del commercio e la Net Economy. Che cosa manca dunque? “Manca ancora un indirizzo politico. Gli impegni presi in sede Eu fin dal vertice di Lisbona – spiega il presidente di Smau – non si sono ancora materializzati; i maggiori paesi europei hanno prelevato una tassa da 130 miliardi di euro su ciò che ancora non c’è, ovvero le reti Umts, ma sin qui ha prevalso la tentazione di utilizzare questo prelievo forzoso più per le manovre di bilancio che per un rilancio dell’economia. E, per quanto riguarda l’Italia, anche i fondi che avrebbero dovuto essere ricavati a sostegno dell’innovazione del settore hanno preso altre direzioni”.

“Lo Smau01 della fiducia intende quindi essere anche quello dell’attenzione e rifocalizzazione attorno al ruolo centrale dell’ICT nel processo di ammodernamento del Paese. Tra due mesi – conclude Emmanueli – saremo nell’Europa dell’euro, dove la competitività tra i sistemi si basa su fattori non più monetari ma dell’economia reale: innovazione, produttività, formazione, efficienza delle infrastrutture e dell’amministrazione pubblica. Non dimentichiamolo”.

L'autore

  • Redazione Apogeonline
    Nella cura dei contenuti di questo sito si sono avvicendate negli anni tantissime persone: Redazione di Apogeonline è il nome collettivo di tutti noi.
    Non pensare che abbiamo scelto questa formula per non rendere merito o prendere le distanze da chi ha scritto qualcosa! Piuttosto in alcuni casi l'abbiamo utilizzata nella convinzione che non aggiungesse valore al testo sapere a chi appartenesse la penna – anzi la tastiera – di chi l'ha prodotto.

    Per contattarci usa il modulo di contatto che trovi qui.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.