Home
Apertura per il mercato del WiMax in Italia

17 Maggio 2005

Apertura per il mercato del WiMax in Italia

di

In occasione dell'avvio della sperimentazione sul WiMax, da parte del Ministero delle Comunicazioni, l'azienda israeliana Alvarion si accinge a lanciare sul mercato italiano le proprie soluzioni

Alvarion, operatore del settoredel wireless broadband, ha presentato la propria strategia di mercato italiana, in occasione dell’annuncio da parte del Ministero delle Comunicazioni dell’inizio della sperimentazione del WiMax in Italia, per creare reti wireless metropolitane con velocità di trasmissione fino a 70Mb al secondo e raggio di 50 km.

Come membro fondatore e tra i maggiori rappresentati del Forum WiMax, Alvarion guida oggi l’intero mercato del broadband verso l’applicazione su larga scala del WiMax.

La sperimentazione italiana, che inizierà il 1 luglio 2005, sarà condotta dalla Fondazione Ugo Bordoni. I costruttori che intendono partecipare, in proprio o associati a un operatore, hanno tempo fino al 15 giugno 2005 per presentare la domanda di sperimentazione, compilando l’apposito form online.

Sarà il Ministero della Difesa, in collaborazione con MINCOM, a confermare la compatibilità dell’esperimento proposto (sito, frequenza, etc.) con le loro utilizzazioni delle frequenze in banda 3,4 – 3,6 GHz.

Le sperimentazioni avranno durata massima di 6 mesi (rinnovabili nel caso in cui vengano presentati dei risultati di un certo rilievo) e si concluderanno il 31 dicembre 2005.

“L’accesso a larga banda su WiMAX sta crescendo rapidamente – ha commentato Andrea Marco Borsetti, responsabile della sede italiana di Alvarion -. Entro il 2007 si prevedono volumi di vendite mondiali annuali superiori ai 1.5 B$. La larga banda basata sulla tecnologia WiMAX ha gli elementi chiave per divenire la soluzione di maggior successo nell’accesso TLC”.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.