Risparmia il 20% su tutti i corsi

Iscriviti con il codice sconto 1POSTOALSOLE, ma attenzione: può essere usato solo 50 volte

Approfittane subito
Home
Al via la Commissione per l’open source nella Pubblica Amministrazione

18 Novembre 2002

Al via la Commissione per l’open source nella Pubblica Amministrazione

di

Il Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie ha recentemente istituito la "Commissione per il software a codice sorgente aperto nella Pubblica Amministrazione", per lo studio e la valutazione dei nuovi sviluppi delle tecnologie dell'informazione

È diventata operativa la Commissione per il software a codice sorgente aperto nella Pubblica Amministrazione, istituita con un decreto firmato il 31 ottobre 2002, dal Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie.

Il nuovo organismo, si legge nel comunicato stampa diffuso dal Ministero, effettuerà – avvalendosi delle migliori competenze e coinvolgendo le Amministrazioni interessate – un’analisi approfondita delle tendenze tecnologiche e di mercato e una valutazione dei nuovi sviluppi delle tecnologie dell’informazione, quali appunto l’open source.

L’attività della Commissione prevede, a questo scopo, un confronto tra le diverse posizioni in materia dell’Unione Europea e dei maggiori Paesi industrializzati, nonché dell’industria Ict, che servirà a fornire a tutte le Amministrazioni Pubbliche gli elementi di valutazione per le scelte e le strategie in materia di open source.

La Commissione, presieduta dal prof. Angelo Raffaele Meo, è composta da rappresentanti del mondo accademico, del Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie, dei Ministeri dell’Istruzione e dell’Economia, dell’Autorità per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, dell’Istat e di Regioni, Province e Comuni.

Entro tre mesi, la Commissione dovrà concludere il lavoro, con la presentazione di una relazione finale.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.