11 Commenti

Addio prolisso Objective-C

Rivoluzione Swift

di

thumbnail

06

giu

2014

Da questa edizione del convegno mondiale degli sviluppatori Apple sono arrivate notizie non comuni, come un nuovo linguaggio.

Dal recente Worldwide Developer Conference – WWDC – non sono arrivate le novità relative all’hardware che molti si aspettavano – niente iPhone 6 per intenderci – ma tante nuove funzionalità per i sistemi operativi OS X e iOS.

Nel giro di pochi minuti, una Apple baldanzosa come mai nel recente passato ha sbeffeggiato i suoi competitor e ha sostanzialmente inglobato feature sufficienti per far chiudere almeno una mezza dozzina di aziende. Questa attitudine di Apple a tratti quasi gradassa – in particolare di Craig Federighi, responsabile dello sviluppo software – non è certo passata inosservata nella Twittersphere.

Il punto più alto è arrivato con l’annuncio di Swift, un nuovo linguaggio di programmazione  pensato per sviluppare applicazioni per iOS e OS X, con l’obiettivo di mandare in pensione Objective-C, che è stato per molti sviluppatori una barriera tecnica insormontabile.

Al di là dell’annuncio, l’idea principale che sta dietro Swift è stata esplicitata durante il Platform State of the Union. Il quadrante magico che Andreas Wendker – vice president OS X platform experience – mostra durante la sua presentazione racchiude in sé la vera motivazione di Swift: consegnare agli sviluppatori un linguaggio che li renda più produttivi o, per dirla alla Yukihiro “Matz” Matsumoto, più felici senza rinunciare alle performance. La misura di quanto questa innovazione fosse attesa è data dai 370 mila download avvenuti nel primo giorno della pubblicazione della guida di Swift.

Il quadrante magico di Gartner offre una visione qualitativa e grandangolare del posizionamento nel mercato di player tecnologici.

Il quadrante magico di Gartner offre una visione qualitativa e grandangolare del posizionamento nel mercato di player tecnologici.

Swift ingloba molte caratteristiche dei linguaggi più moderni come Javascript, Haskell, Rust o Ruby (quest’ultimo peraltro posizionato non a caso come il più performante nel quadrante dei linguaggi ad alta produttività). Era tempo di liberare gli sviluppatori del fardello di un linguaggio sicuramente interessante come Objective-C, ma datato, prolisso e decisamente troppo complicato per chi ad esempio proviene dal mondo dello sviluppo di applicazioni per il web.

Un nuovo approccio

Apple non propone solo un linguaggio più moderno: si spinge fino a individuare un approccio totalmente nuovo alla programmazione. Chris Lattner, creatore di Swift, racconta così le nuove funzionalità introdotte in Xcode 6:

La funzione Playgrounds e il read-eval-print loop, REPL, di Xcode erano una mia passione personale, per rendere la programmazione più interattiva e avvicinabile. I team Xcode e LLDB hanno svolto un lavoro fenomenale nel trasformare idee pazze in qualcosa di proprio grande. I Playgrounds sono stati fortemente influenzati dalle idee di Bret Victor, da Light Table e da molti altri sistemi interattivi. Spero che nel rendere la programmazione più approcciabile e divertente avremo il gradimento della prossima generazione di programmatori e aiuteremo a ridefinire l’insegnamento della Computer Science.

Padrona di un ecosistema già fortissimo, Apple con Swift rischia di sbaragliare i concorrenti portandogli via in massa gli sviluppatori, già affaticati dal problema della frammentazione di Android e dalla mancanza di un vero marketplace per Windows Phone.

Google, dalla sua, ha in casa linguaggi altrettanto moderni e attraenti come Go e Dart. Non gli rimane che capire quando disfarsi di Java, al fine di migliorare la produttività (e la felicità) degli sviluppatori Android. Solo così potrà rispondere alla rivoluzione annunciata da Swift.




Andrea C. Granata (@andreacgranata) ha pigiato i primi tasti su un bianco VIC20 quando ancora Internet era in fasce. Un po’ sistemista un po’ sviluppatore, ha una passione per FreeBSD, programmazione in Ruby, metodologie Agile e infrastrutture cloud. Si occupa di Enterprise Architecture e di DevOps per una delle più importanti banche italiane. Nel tempo libero si divide tra la passione per la cucina, il pattinaggio di figura e i viaggi in Oriente.

Letto 6.004 volte | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

11 commenti

  1. ivan

    Qui c’è una guida completa di swift in italiano, è in fase di realizzazione ma promette molto bene :) http://www.programmareinswift.it

  2. brioscio

    Salve, ho riletto questo -ottimo- articolo dell’estate scorsa sperando di trovare sul sito di Apogeo qualche info a proposito di un nuovo manuale completo in italiano per Swift, invece nulla. Eppure per Yosemite è già in uscita. Potreste darci qualche “leak” ? Grazie!

  3. Lucio Bragagnolo

    Non siamo autorizzati a chiacchierare di uscite non annunciate. Posso dire che c’è intenzione di coprire Swift.

  4. brioscio

    ok va bene sign.Gravagnolo, non volevo certo farLe violare il “segreto editoriale” causando gravi ripercussioni sulla stabilità dell’economia europea, mi accontento di sapere che Apogeo si sta già impegnando su Swift (con mia somma soddisfazione dato che comprerò sicuramente il manuale targato Apogeo). Il linguaggio è ancora in fase di sviluppo quindi non mi aspetto certo che esca oggi, però al contempo non vedo l’ora !

  5. Fabio Brivio

    @brioscio da novembre ne abbiamo parlato e sviluppato piani. Possiamo quindi annunciarle che tra marzo e aprile cercheremo di uscire con ben due titoli su Swift: uno introduttivo sul linguaggio (a cura dello stesso Lucio) e uno di taglio più professionale dedicato a Swift e iOS SDK 8. Grazie per l’interesse :-)

  6. brioscio

    grazie ! sia al dott. brivio che al dott.Bragagnolo! sono proprio curioso di scoprire questo linguaggio, promette bene !

  7. Samuele

    Buongiorno! leggendo i precedenti commenti sono rimasto molto contento dal fatto che Apogeo stia preparando questi due manuali.
    Dato che aspetto questo tipo di manuale da tempo, è possibile avere qualche altra informazione circa le date di pubblicazione?
    Grazie anticipatamente e Buon Lavoro.
    Samuele

  8. snak3

    salve, qualcuno ha novita sull’uscita dei due manuali di apogeo?

  9. Fabio Brivio

    @briscio @Samuele @snak3 Il libro di Lucio “Swift Pocket: guida al linguaggio per creare applicazioni iOS e OS X” è in questo momento in stampa e sarà in libreria il 29 aprile.
    Seguirà quindi un testo più corposo, ora in traduzione. Su questo ci vorrà un po’ più di pazienza ma possiamo anticipare che ne verrà la pena ;-)

  10. Samuele

    Ho segnato la data sul calendario, non vedo l’ora! sono sicuro che saranno due libri utilissimi e ben fatti.

  11. snak3

    ciao, ci sono aggiornamento sulla data di uscita del secondo libro?
    a presto!

Lascia il tuo commento