9 Commenti

Quinta di Copertina

Il web per sentire l’opinione pubblica

di

thumbnail

Ospite di questa settimana: Edoardo Colombo

20

mar

2009

Venti minuti in podcast tra ritagli di carta e bit, in compagnia di un ospite. Oggi con Edoardo Colombo, consulente di comunicazione e curatore de Il Giulivo. Continuiamo a discutere di politica e web, questa volta dal punto di vista del centro destra – tra persistente amor di Tv e del meno impegnativo Facebook

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Continuiamo a parlare di politica e web. Dai blog a Facebook, fino all’idea della necessità del ritorno al territorio – o quantomeno di un cortocircuito più virtuoso tra on- e offline. Dopo le interviste a Giuseppe Civati e Paolo Guarino, e dopo una ricerca senza molti risultati di un politico/blogger di centro destra (ma insistiamo e accettiamo segnalazioni), parliamo della strategia su internet di Pdl e dintorni con Edoardo Colombo, consulente dell’innovazione e della comunicazione, curatore del sito d’area “Il Giulivo” e collaboratore del responsabile Internet del Popolo delle Libertà, Antonio Palmieri: «La Rete avrà con ogni probabilità un ruolo preminente nel Dna del nuovo partito fusione di Forza Italia e An. E verrà usata non solo come strumento di comunicazione ma anche come luogo e come sede di dibattito e di coinvolgimento; non solo insomma per una scelta dettata dai tempi o dalla moda, ma anche per una esigenza organizzativa di gestire differenti culture che vanno ad unirsi in una nuova forza politica». C’è in generale un deficit di cultura della Rete che è in parte trasversale agli schieramenti, che preferiscono – per comodità e facilità di comprensione – l’uso di strumenti come Facebook; e nemmeno nel nuovo partito è previsto un blog di Silvio Berlusconi: «Berlusconi è ahimè ancora ancorato ai numeri e alla potenza di fuoco della televisione, e attribuisce alla televisione ancora una valenza superiore rispetto alla Rete in termini di comunicazione. È invece sicuramente attratto dalle funzioni di analisi e ascolto del “sentiment”, dell’umore dell’elettorato, che si può fare attraverso la Rete: funzioni complementari ad altri strumenti classici (ma anche spesso inesatti) come i sondaggi. C’è una certa attenzione nel centro destra su come avvengono le discussioni in Rete, soprattutto per capire come questo possa influire sulla agenda politica, o dove sia meglio indirizzarla – i media tradizionali sono spesso troppo distanti e lontani dall’opinione pubblica reale».

Articoli segnalati e risorse:




Letto 7.975 volte | Tag: , , , , , , , , , , , ,

9 commenti

  1. Spindoc | Colombo e il web per sentire l’opinione pubblica

    [...] ASCOLTA: Il web per sentire l’opinione pubblica [...]

  2. Michele Ficara Manganelli

    edo è sempre un piacere leggerti e sentirti, del resto se la politica conosce (anche se ancora poco capisce) internet è grazie a te ed al lavoro che hai fatto in tempi non (ancora) sospetti con il mitico Giulivo …

    mi ricordo quando ti arrivò la diffida di Prodi … ma sono passati più di 5 anni …

    :-)

  3. I politici dall’emiciclo al web | Apogeonline

    [...] tra on- e offline. In precedenza abbiamo pubblicato le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo, Lucia De Siervo, Stefano Peppucci e Dino Amenduni. E oggi ne parliamo con Stefano Epifani, docente [...]

  4. I video di Zoro, dal web alla tv e ritorno | Apogeonline

    [...] e punti di vista, in precedenza abbiamo pubblicato le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo, Lucia De Siervo, Stefano Peppucci, Dino Amenduni e Stefano [...]

  5. Dopo le elezioni, verso la trasparenza | Apogeonline

    [...] politica online abbiamo già pubblicato le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo, Lucia De Siervo, Stefano Peppucci, Dino Amenduni, Stefano Epifani, Diego Bianchi e Francesco [...]

  6. Web e voto d’opinione, da soli non bastano | Apogeonline

    [...] e punti di vista nelle scorse puntate, pubblicando le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo, Lucia De Siervo, Stefano Peppucci, Dino Amenduni, Stefano Epifani e Diego Bianchi. A partire [...]

  7. La politica aggregata, che decide | Apogeonline

    [...] cortocircuito più virtuoso tra on- e offline. Dopo le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo e Lucia De Siervo questa settimana è la volta di Stefano Peppucci, uno dei soci fondatori di Dol e [...]

  8. Facebook, la politica e il passaparola | Apogeonline

    [...] cortocircuito più virtuoso tra on- e offline. Dopo le interviste a Giuseppe Civati, Paolo Guarino, Edoardo Colombo, Lucia De Siervo e Stefano Peppucci, questa settimana è la volta di Dino Amenduni, giovane [...]

  9. Il canale che non puoi delegare | Apogeonline

    [...] più virtuoso tra on- e offline. Dopo le interviste a Giuseppe Civati , Paolo Guarino e Edoardo Colombo, ritorniamo ai politici, per sentire un doppio punto di vista: dell’amministratore pubblico e [...]

Lascia il tuo commento