RISPARMIA IL 15% SU TUTTI I CORSI

Fino al 31 agosto con il codice sconto CORSARO

Scegli il tuo corso e iscriviti!
Home
Xbox: Microsoft posticipa (ancora) il lancio

16 Ottobre 2001

Xbox: Microsoft posticipa (ancora) il lancio

di

Ma in compenso si assicura il cruciale supporto delle software house nipponiche

Dopo la tiepida accoglienza losangelina lo scorso maggio durante l’Electronic Entertainment Expo, Xbox ha riconquistato punti in classifica. Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta a Tokyo lo scorso 6 settembre, Microsoft ha rilasciato una serie di importanti informazioni sul futuro della sua console. La prima riguarda il posticipo del lancio della console sul territorio nipponico. Hirohisa Ohura, direttore del progetto Xbox in Giappone, ha annunciato che la console sarà introdotta il 22 febbraio del 2002 e non entro la fine del 2001 come originariamente previsto. Successivamente, Microsoft ha provveduto a posticipare di una settimana il lancio americano. Attesa per l’8 novembre prossimo, la console sarà disponibile il 15 al prezzo di $299.99, circa 700.000 lire.

L’annuncio non ha stupito gli analisti di mercato, che non avevano nascosto le loro perplessità circa la capacità di Microsoft di pianificare un lancio simultaneo di Xbox sui due territori – Stati Uniti e Giappone. Il ritardo americano è da ricondurre a inaspettati problemi di produzione. Stando alla stampa americana, il numero di console disponibili al lancio sarà decisamente inferiore a quelle promesse. Mentre Microsoft parlava inizialmente di una cifra compresa tra le 600.000 e le 800.000 unità, diversi analisti di mercato ritengono che difficilmente il quantitativo iniziale supererà i 300.000 pezzi. La stessa opinione è condivisa da Paul Eibeler, presidente di Take-Two interactive. John O’Rourke, direttore delle vendite e del marketing di Microsoft, ha comunicato che nel periodo pre-natalizio la produzione di console nel nuovo stabilimento di Guadalajara, Mexico dovrebbe toccare le 100,000 unità settimanali. Microsoft prevede di vendere 1.5 milioni di console entro la fine del 2001.

Sony ha accolto la notizia con comprensibile sollievo, dato che potrà sfruttare il cruciale periodo delle festività per rafforzare ulteriormente la posizione di leader di mercato con PlayStation2. Sony ha giù venduto oltre 15 milioni di console in poco più di un anno. Si prevede a breve, inoltre una riduzione del costo della console per incentivare le vendite. Il prezzo di vendita della console in Europa potrebbe scendere dalle attuali 260 sterline a 199, il che si tradurrebbe nel nostro paese in un prezzo al pubblico di 699.000 lire, se non addirittura 649.000 lire.

Un aiuto insperato a Microsoft è arrivato da Nintendo che ha deciso di spostare l’introduzione della sua console sul territorio americano dal 5 al 18 novembre, già disponibile da poche settimane sul mercato giapponese. I portavoce di Nintendo hanno reso noto che il ritardo consentirà di incrementare il numero di console disponibili al lancio: 700.000, ossia il 25% in più do quanto inizialmente annunciato.

Microsoft è consapevole che la battaglia per la conquista del mercato videoludico sarà lunga e costosa. Per riuscire ad ottenere la leadership di un settore in mano nipponica da oltre un ventennio, Microsoft intende premere l’acceleratore sul gaming online. Dopo aver costruito un impero attorno al sistema operativo Windows, Microsoft ora punta a dominare il mercato videoludico creando un network specifico per Xbox. Sono oltre 27 le aziende impegnate nello sviluppo di giochi online per Xbox. Tra queste Digital Extremes, che sta mettendo a punto l’attesissimo Unreal Tournament. I giochi online supporteranno l’opzione di riconoscimento vocale. Il grande vantaggio di Xbox rispetto a PlayStation2 e Gamecube è che modem, la porta Ethernet per connessioni di tipo broadband e hard disk sono integrati. Sony ha introdotto sul mercato nipponico il disco fisso (la distribuzione del modem è stata posticipata dato che l’infrastruttura di rete non è ancora pronta), mentre Nintendo non ha ancora chiarito la strategia online per Gamecube. Resta il fatto che, storicamente, la politica degli add-on per console si è sempre dimostrata fallimentare.

Il Giappone crede a Xbox

Lo scorso marzo, Microsoft ha formato un’alleanza con Nippon Telegraph and Telephone (NTT) Communications Corp, l’azienda leader nel settore delle telecomunicazioni giapponesi. Microsoft installerà una serie di server nel network NTT e offrirà giochi online per mezzo del servizio ADSL di NTT, che trasmette dati via Internet ad una velocità da 10 a 100 volte superiore ai servizi convenzionali. Si tratterà di un servizio di gaming online dedicato, a prova di virus (almeno sulla carta), pensato in esclusiva per gli utenti Xbox. Microsoft non ha ufficializzato la data di lancio del servizio, ma si parla dell’estate del 2002, a sei mesi dall’introduzione della console sul territorio nipponico.

Una seconda incognita riguarda il prezzo di vendita della console in Giappone, un mercato che nel 2000 valeva oltre 1,66 miliardi di dollari. PlayStation2 è attualmente commercializzata al prezzo di 35.000 yen, a cui vanno sommati 18.000 yen per il disco fisso. Anziché tentare direttamente di conquistare l’utenza di massa, Microsoft si rivolgerà inizialmente a quella hard-core, ossia agli appassionati, i cosiddetti early adopters, disposti ad investire tempo e denaro pur di sperimentare prima di ogni altro le nuove esperienze videoludiche. Una parte significativa del budget promozionale a disposizione di Microsoft – oltre 500 milioni di dollari – verrà investito per il lancio giapponese.

Sono oltre 70 le case giapponese impegnate nello sviluppo di giochi per Xbox. Stando alle informazioni rilasciate da Microsoft, sarebbero oltre 130 i progetti in fase di lavorazione. L’azienda di Redmond prevede di introdurre tra i 12 e i 20 titoli al lancio, il prossimo febbraio. Durante la conferenza stampa che si è tenuta alla fine di agosto a Tokyo, Microsoft ha presentato una nuova serie di demo per Xbox, realizzati da alcune delle più importanti case giapponesi. Tra queste Namco, Capcom, Atlus e From Software, tradizionalmente vicine a Sony. è infatti anche grazie al supporto di Namco che PlayStation è diventata leader di mercato. I papà di Pac Man hanno annunciato una serie di prodotti videoludici di grande calibro per Xbox.

Tra questi svetta Soul Calibur 2, seguito di uno dei picchiaduro più popolari degli ultimi anni; un nuovo episodio di Ridge Racer, l’action game à la Matrix Dead to Rights e un action-adventure che non ha ancora un titolo. Capcom, da parte sua, ha presentato le prime immagini dell’attesissimo Genma Onimusha, la versione Xbox del popolare titolo PlayStation2 (il primo titolo a sfondare il milione di copie vendute in Giappone). Genma Onimusha, una brillante invenzione di Keiji Inafune, sarà disponibile al momento del lancio della console. Capcom sta anche lavorando a Dino Crisis 3 e ad un puzzle game intitolato Brain Box. Konami ha presentato i non meno attesi Silent Hill 2: The Final Verse e Air Force Delta II. Il primo, appena pubblicato in Giappone per PlayStation2, è uno dei survival horror più terrificanti degli ultimi anni. Il secondo è un sofisticato simulatore di combattimenti aerei. Anche l’offerta videoludica di Sega è apparsa qualitativamente brillante. Rikiya Nakagawa, presidente di Wow Entertainment, una delle principali divisioni dell’azienda nipponica, ha presentato Sega GT 2002, un simulatore di guida alla Gran Turismo.

Takayuki Kawagoe, presidente di Smilebit, ha illustrato Gun Valkyrie, un action adventure che ha come protagonisti dei cyborg da combattimento. Non meno originale è Jet Set Radio Future, seguito del popolare Jet Set Radio apparso l’anno scorso su Dreamcast. Si tratta di un vero e proprio simulatore di street culture, che include sessioni di rollerblade e graffiti. Tomonobu Itagaki, manager di Tecmo, ha presentato un nuovo demo dell’incredibile Dead or Alive 3 di Team Ninja, probabilmente il picchiaduro più sofisticato della nuova stagione videoludica, capace di competere, almeno sul piano estetico, con titoli come Virtua Fighter 4 (Sega) e Tekken 4 (Namco). Il gioco, che include il soundtrack degli Aerosmith, appartiene al ristretto numero di killer application per la console Microsoft.

Atlus ha annunciato lo sviluppo di Shin Megami Tensei Online [titolo provvisorio], fruibile in rete e compatibile con controller a riconoscimento vocale. From Software ha confermato Gaia Blade e Murakumo (esclusiva Xbox). I due giochi saranno sviluppati dai creatori di titoli come Eternal Ring ed Armored Core. Tra gli altri titoli annunciati segnaliamo Double S.t.e.a.l. (Bunakasha Games), Relics: The Absolute Spirit (Bothtec), Shikigami no Shiro (Mi-Pic), Myst III Exile (Mi-Pic), Zan Kabuki (Genki), Triangle Again (MIG Entertainment), Kingdom Under Fire II (Phantagram), Ex Chaser (Idea Factory), Metal Dungeon (Panther Software), TransWorld Surf (Hudson). Insomma, l’offerta appare decisamente eterogenea: sparatutto, giochi di ruolo, simulazioni sportive.

Negli Stati Uniti intanto…

Mentre Microsoft posticipava il lancio della sua console in Giappone, negli Stati Uniti si aprivano le prenotazioni in vista del lancio di novembre. Le scorte disponibili sono andate immediatamente a ruba. Toys R Us e il suo partner online Amazon.com hanno venduto tutti i bundle da $499 dollari che includono oltre alla console tre giochi (Tony Hawk’s, Munch’s Oddysee e Project Gotham) e accessori (un secondo controller e sei mesi di abbonamento alla rivista di video games Electronic Gaming Monthly). La vendita online riprenderà il prossimo 11 settembre. Anche le altre principali catene di elettronica di consumo e di videogiochi come Comp Usa, Gamestop, Electronic Boutique, KBkids.com, Babbage’s, Best Buy hanno fatto registrare il tutto esaurito. La maggior parte dei rivenditori offrono la console Microsoft in formato bundle. Le versioni disponibili sono commercializzati al prezzo di 450 dollari, circa 1.200.000 lire. Alcune catene, come Gamestop, hanno in catalogo pacchetti da 1.200 dollari, circa 3.000.000 di lire, che includono, oltre alla console, 14 giochi e una serie di accessori.

Microsoft ha inoltre dato inizio alla campagna pubblicitaria Xbox. I primi spot televisivi sono stati trasmessi nel corso degli MTV Video Awards. Le tre pubblicità, ciascuna di trenta secondi, possono essere scaricate a questo indirizzo. Le immagini mostrano una guardia giurata che fissa tranquillamente degli schermi quando un inquietante figura appare dal nulla per avvertirlo con un tono vagamente minaccioso che “Qualcosa di potente sta per arrivare”. E sullo schermo compare il logo verde fosforescente di Xbox.

Durante lo Sports Summit di New York City, inoltre, Sega ha ribadito il supporto a Microsoft, annunciando una nuova serie di giochi sportivi per Xbox. Tra i più attesi spiccano NFL 2K2, NBA 2K2 e College Basketball 2K2 attesi rispettivamente per dicembre, gennaio e marzo. Nessuno dei tre titoli supporterà tuttavia le modalità di gioco online. Notizie altrettanto positive sono arrivate dal Quakecom, la manifestazione più importante del mondo per gli appassionati di Quake, John Carmack, presidente e fondatore di id Software, ha presentato al pubblico Doom III, rivelando che l’unica versione prevista oltre a quella PC sarà quella per Xbox, per via dei limiti tecnici di PlayStation2. Per il medesimo motivo, la versione PlayStation di Quake IV è stata cancellata.

In Europa infine…

Per quanto l’edizione 2001 dell’ECTS londinese sia stata tutt’altro che entusiasmante per via di assenze importanti, l’offerta videoludica per Xbox non è mancata. Sono infatti stati annunciati circa 35 titoli per la console Microsoft, tra cui spiccano il trittico di prodotti Electronic Arts SSX Tricky, Cel Damage e The Simpsons Road Rage, tutti previsti per l’8 di marzo, l’incredibile Gun Metal di Rage l’attesissimo simulatore di corsa Codename: Project Gotham (Microsoft), Buffy The Vampire Slayer di Fox (primavera), Conflict: Desert Storm di SCi (primavera), Legacy Of Kain: Blood Omen 2 di Eidos (primavera), NASCAR Heat 2002 di Infogrames (primavera), David Beckham Soccer di TDK (primavera), Spider-Man The Movie di Activision (Primavera), Shrek di TDK (primavera), Turok Evolution (Acclaim, estate), Mission: Impossible 2 (Infogrames, autunno 2002), Broken Sword: The Sleeping Dragon di Revolution, Tony Hawk’s Pro Skater 3 di Activision, Rayman M di Ubisoft e molti altri.

Ma il titolo più atteso resta Project Ego, previsto in esclusiva per Xbox. Gli sviluppatori, Big Blue Box, stanno mettendo a punto uno dei videogiochi più ambiziosi della storia. A parte una cosmesi straordinaria, l’avventura include un sistema che prevede l’evoluzione del protagonista, che passerà dall’infanzia alla maturità, fino alla vecchiaia e all’inevitabile morte virtuale.

Sony e Nintendo sono avvisate.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.