Home
Webb.it: reportage e bilancio della versione 02

15 Luglio 2002

Webb.it: reportage e bilancio della versione 02

di

Dal 5 al 7 luglio a PadovaFiere è andato in scena Webb.it 02 che, sfruttando l'esperienza dell'anno scorso si è riproposto in una veste ulteriormente ampliata e rinnovata sotto molti aspetti

Questa seconda edizione di Webb.it ha concretizzato un evento senza eguali in Europa in una tre giorni dai numeri davvero eloquenti: 32 mila metri quadri coperti, 15 mila partecipanti dall’Italia e dall’estero (anche se il primo giorno l’affluenza è stata ben al di sotto delle aspettative), 150 gruppi e comunità di utenti, 1.200 postazioni Lan, 340 workshop e seminari.

La giornata inaugurale si è aperta a mezzanotte con l’accensione simultanea di 1.000 computer collegati ad una LAN da 156 Mbit e la partecipazione di un nutrito gruppo di giovanissimi programmatori e internatuti ospitati in un vero e proprio campus multimediale, con tanto di piscina e campo da calcetto (questi reali e non simulati), dove dormivano, mangiavano, programmavano, in attesa di essere scoperti da aziende di settore come Adobe, Cisco, Macromedia, Microsoft o Sun.

Ma Webb.it non è stato solo un punto d’incontro, un “meeting point” per amanti del Web o dell’ICT, ma anche “In-formazione”, ovvero formazione, informazione e aggiornamento interattivo: ciò che i 340 seminari gratuiti hanno proposto secondo gradi diversi di difficoltà e incentrati su sei grandi filoni: software development & programming, hardware-system-networking, new media, design graphics, comunicazione-marketing e business. Gli incontri, della durata complessiva di 50 minuti ciascuno, erano divisi per argomenti e si sono sviluppati secondo una schema comune: relazioni affidate a specialisti ed esperti di settore su un prodotto, una tecnologia o un’esperienza applicativa. A seguire, i relatori sono restati a disposizione dei partecipanti per eventuali approfondimenti.

L’unico punto negativo dei workshop è stata la disponibilità limitata dei posti. Un limite, indubbiamente, che speriamo venga risolto nella prossima edizione.

Nell’area expo, la cui superficie era più che doppia rispetto allo scorso anno, Webb.it ha ospitato una buona rappresentanza di aziende leader e società emergenti che hanno dato vita a una rassegna di prodotti, soluzioni e servizi in grado di rappresentare “degnamente” le attuali frontiere dell’Information & Communication Technology. Insomma a Webb.it, non solo hardware e software, mobile business, Web services, applicazioni Crm (Customer Relationship Management) e Scm (Supply Chain Management), ma anche servizi Asp, soluzioni di m-commerce, e-recruiting, ed e-learning.

Decisamente apprezzabile l’inedito confronto diretto tra il mondo open source e l’universo applicativo basato sulle piattaforme commerciali più diffuse, da Java a.Net. In fondo, secondo Aberdeen Group nel giro di un triennio, Linux, potrebbe diventare il sistema operativo dominante nel segmento medio e alto del computing. Speriamo bene.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.