Risparmia 100€ con il codice BIGADATA100

Big Data Executive | Milano | sabato 30 novembre

Iscriviti al corso sui Big Data
Home
Washington tenta di eliminare lo Spam dai cellulari

19 Marzo 2004

Washington tenta di eliminare lo Spam dai cellulari

di

La Commissione Federale americana per le Comunicazioni (FCC) sta preparando un piano anti Spam che dovrebbe essere completato entro settembre

L’attenzione della FCC è dedicata, principalmente, ai mezzi necessari per proteggere i telefoni cellulari dall’invasione dei messaggi pubblicitari non richiesti, fenomeno finora legato alla posta elettronica, ma in costante espansione anche nella telefonia mobile.

“Lo Spam – ha affermato Michael Powell, presidente dell’FCC – è diventato un flagello” “è come gli scarafaggi – ha proseguito – che il governo e il nostro istituto devono sterminare per liberare un ipotetico soggiorno elettronico”.

Il Congresso americano aveva richiesto alla FCC di riflettere a fondo sull’argomento già alla fine dell’anno scorso, nel momento in cui era entrata in vigore la legge contro l’invio di e-mail indesiderate; legge ribattezzata “CAN-SPAM”.

In Giappone, dove la percentuale di persone che possiede un cellulare è molto più alta che negli Stati Uniti, e dove gli Sms sono utilizzatissimi, si ritiene che gli abbonati ricevano una trentina di messaggi di Spam al giorno, nonostante gli sforzi legislativi e la messa in atto di filtri protettivi.

L'autore

  • Annarita Gili
    Annarita Gili è avvocato civilista. Dal 1995 si dedica allo studio e all’attività professionale relativamente a tutti i settori del Diritto Civile, tra cui il Diritto dell’Informatica, di Internet e delle Nuove tecnologie.

Vuoi rimanere aggiornato?
Iscriviti alla nostra newletter

Novità, promozioni e approfondimenti per imparare sempre qualcosa di nuovo

Gli argomenti che mi interessano:
Iscrivendomi dichiaro di aver preso visione dell’Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 e 14 del Regolamento Europeo EU 679/2016.